A 500 anni dalla morte del grande editore e stampatore veneziano, due importanti iniziative ambrosiane: una mostra virtuale delle edizioni aldine della Biblioteca Trivulziana e un convegno internazionale che si terrà il 19 e il 20 novembre prossimi alla Biblioteca Ambrosiana.

Aldina Aldo Manuzio

Milano, capitale dell’editoria italiana contemporanea, celebra attraverso due significativi eventi la figura di Aldo Manuzio, protagonista dell’editoria umanistica a Venezia nel Rinascimento, nei cinquecento anni dalla sua morte.

Il Centro di Ricerca Europeo Libro Editoria Biblioteca (CRELEB) dell’Università Cattolica di Milano è lieto di annunciare che da oggi 26 ottobre 2015 è disponibile alla pagina aldo.libriantiqui.it la mostra “Festina lente. Un percorso virtuale tra le edizioni aldine della Biblioteca Trivulziana di Milano”. Si tratta di un’esposizione virtuale dedicata alla raccolta di edizioni pubblicate da Aldo Manuzio possedute dall’Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana di Milano.

La mostra virtuale è costituita da un percorso che illustra le varie fasi dell’attività di Aldo Manuzio, presentando in modo specifico gli esemplari della collezione trivulziana e offrendo di ciascuno una riproduzione digitale parziale ad alta definizione a scopo di studio.

La mostra si articola in quindici “stanze” virtuali che, seguendo un itinerario tematico-cronologico, illustrano gli aspetti storici, economici e sociali che hanno reso grande l’avventura aldina. All’interno di ogni stanza sono presenti, oltre alle schede descrittive delle singole edizioni, riproduzioni digitali dagli esemplari trivulziani utili a un approccio anche “visivo” alla storia dell’impresa manuziana, celebre sia per il rivoluzionario piano editoriale ideato da Aldo, sia per l’innovazione grafica e tecnologica dei suoi prodotti. Questa iniziativa si è avvalsa del contributo e della preziosa collaborazione della Regione Lombardia e dell’Archivio Storico Civico e Biblioteca Trivulziana di Milano.

Inoltre, nei giorni 19 e 20 novembre, si terrà presso la Biblioteca Ambrosiana il convegno intitolato “Five centuries later. Aldus Manutius: Culture, Typography and Philology”, che rappresenterà l’occasione per fare il punto sugli studi aldini degli ultimi venti anni. Sarà un convegno di ampio respiro internazionale, con la presenza di una serie di studiosi di primaria importanza, che porteranno un prezioso contributo a questo settore di ricerca.

Il convegno toccherà vari aspetti della vita e dell’impresa di Manuzio, dalle questioni legate agli aspetti economici dell’attività aldina a quelle incentrate sulla storia dei caratteri tipografici, dalle vicende dell’editoria a Venezia tra Quattro e Cinquecento alla storia del collezionismo librario aldino. Il convegno è realizzato dal CRELEB in collaborazione con la Biblioteca Ambrosiana di Milano e il Grolier Club di New York. Il programma del convegno è disponibile alla pagina http://centridiricerca.unicatt.it/creleb_2080.html.

Entrambe le iniziative sono rivolte sia agli studiosi e agli specialisti del settore sia a un più ampio pubblico di appassionati, collezionisti, bibliofili e bibliotecari desiderosi di approfondire la conoscenza di questa figura fondamentale della storia culturale occidentale.

Per un ulteriore approfondimento è possibile consultare online l’intervista di Luca Rivali a Edoardo Barbieri all’indirizzo http://www.insulaeuropea.eu/

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi