Al Centro eucaristico di Milano riprende anche per la Quaresima l’iniziativa che invita al raccoglimento e alla meditazione anche attraverso il linguaggio artistico

di Domenico SGUAITAMATTI
Ufficio Beni Culturali - Rettore di San Raffaele

croce

Al Centro eucaristico San Raffaele di Milano (via San Raffaele 4, alle spalle della Rinascente) riprende nel tempo liturgico della Quaresima l’iniziativa ormai ben vissuta e consolidata nei passati “tempi forti” dal titolo “Pregare con Arte”. È un invito alla preghiera, alla riflessione, all’ascolto e alla contemplazione che coinvolge tutta la persona nella pienezza delle sue capacità percettive; non solo solletica emozioni e sentimenti, ma soprattutto stimola anche le corde più profonde di quella fede capace di aprirsi al dialogo con Dio attraverso grandi opere pittoriche, letterarie e musicali che si alternano in un dosato equilibrio.

Il “linguaggio dell’Arte” ritorna davvero a essere, anche oggi, una delle vie importanti che aiutano l’uomo contemporaneo a conoscere e a avvicinarsi al Mistero, a entrarvi attraverso questo singolare e insostituibile “squarcio” che è “la bellezza” e che non può mancare nel cielo di ogni uomo che sinceramente cerca la verità e il bene.

La chiesa di San Raffaele poi, posta accanto al Duomo, è un po’ il cuore silenzioso e contemplativo della città e di chi, entrandovi, trova il coraggio, anche per pochi istanti, di fermarsi dalla frenesia quotidiana che ci organizza e spesso lacera il tempo, per porsi di fronte all’Eucaristia perennemente esposta, e “perdere tempo” alla ricerca del senso vero della propria esistenza e del proprio desiderio di relazionarci a Dio e ai fratelli con sincerità d’intenti. L’iniziativa quaresimale “Pregare con Arte” è un’occasione in più da vivere insieme, come comunità orante che vuol fare esperienza e lasciarsi affascinare dal “bello” creativo e originale dell’uomo per incontrare con stupore il “Bello assoluto”.

In linea col tema quaresimale proposto dal cardinale Scola, il titolo proposto è “Lo spettacolo della Croce” e le opere scelte sono alcune crocifissioni e risurrezioni che spaziano nella storia dell’arte cristiana dalle origini ai nostri giorni. L’invito è rivolto a tutti.

Gli incontri, condotti da chi scrive, si terranno nei primi quattro mercoledì di Quaresima dalle 18 alle 19, dopo la celebrazione della Santa Messa delle 17.15 presso la chiesa di San Raffaele. Durante tutto il periodo quaresimale e pasquale in chiesa è possibile ammirare un’opera d’arte contemporanea in vetro, di profonda spiritualità, dell’artista Franco Bianchetti, intitolata “Concluso”. In essa la luce, abilmente catturata, si fa misura dello spazio e annuncio del Mistero, in particolare quello della “Discesa agli Inferi” di Cristo Risorto: un’opera per pregare.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi