Con Rai Vaticano, alle 11 su RaiUno, una nuova puntata de “Il Giubileo di Francesco”: al centro la comunità delle Sacramentine che pregano senza sosta per la pace in Terra Santa

Betlemme

Una task-force della Misericordia, quella che a Betlemme, nel Monastero della Grotta del Latte, prega, ininterrottamente, 24 ore su 24, per la pace in Terra Santa. È composta dalle Suore Sacramentine che, per il Giubileo, hanno deciso «di pregare il Signore senza stancarsi mai». E a loro, con bigliettini e mille richieste, si rivolgono, cristiani, ebrei, musulmani. Rai Vaticano racconta la loro storia, nella puntata de “Il Giubileo di Francesco”, a cura di Massimo Milone, in onda sabato 29 ottobre, alle 11, su Raiuno.

Nel programma, a un mese dalla conclusione del Giubileo (20 novembre), parla uno dei collaboratori più stretti di Papa Francesco, monsignor Marcello Semeraro, Vescovo di Albano e Segretario del Consiglio dei Cardinali che, sotto la guida del Pontefice, sta attuando la riforma della Curia. «Già nella Evangelii Gaudium il Papa parlava di riforma – dice -. E a questa riforma dà il nome di conversione, una conversione missionaria, la scelta di proiettarsi evangelicamente fuori. Ora, se tutto deve diventare missionario, anche la riforma della Curia romana è il cammino della Chiesa. La riforma fa parte della vita e la Chiesa è vita. La più bella definizione che Francesco ci ha dato della Chiesa è in un’omelia di Santa Marta, quando ci ha detto che la Chiesa è una storia d’amore».

Nella puntata di ottobre riflettori poi in Vaticano per La Sofferenza degli Innocenti, la sinfonia composta dal fondatore del Movimento Neocatecumenale Kiko Arguello, con una storia di dolore e di gioia che ci porta anche in una famiglia della “Comunità Papa Giovanni XXIII”.

Per la rubrica sulla memoria del Giubileo si ripercorrono poi le tappe degli incontri tra i Papi e il mondo islamico. Il racconto dell’ultimo Cortile dei Gentili, iniziativa del Pontificio Consiglio della Cultura, farà il punto sulla possibilità di un’economia più giusta e umana.

La copertina di chiusura del “Il Giubileo di Francesco” porta le telecamere di Rai Vaticano a Napoli, al Pio Monte della Misericordia, dove sono esposte le “sette opere di Misericordia di Caravaggio”. Oggi, grazie a una scultura, vera e propria ottava opera di misericordia, è permesso anche ai non vedenti sperimentare, al tatto, dipinti unici, invidiati da tutto il mondo.

“Il Giubileo di Francesco” a cura di Massimo Milone, di Nicola Vicenti e Costanza Miriano, con la consulenza di Giuseppe Corigliano e la collaborazione di Filippo Di Giacomo, le musiche originali di Giovanni Scapecchi. Replica domenica 30 ottobre, alle 12.30, su Rai Storia e per l’estero, sempre domenica, nel programma “Cristianità” di Rai Italia. Edizione Pier Luigi Lodi, produttore esecutivo Milvia Licari.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi