Dall’8 al 15 settembre nella Basilica di san Vittore a Varese tornano le celebrazioni in onore della Madre Afflitta presente sul Calvario. Il Settenario sarà anche l’occasione per ricordare i più significativi anniversari di ordinazione di sacerdoti che sono originari o hanno operato nella Basilica di san Vittore e nel decanato di Varese

355VaresePzaMonteGrappa
Un'immagine del centro di Varese

Per otto giorni sarà reso omaggio alla figura della Madre Afflitta presente sul Calvario, ricordata dalla statua posta nell’omonima cappella della Basilica della città.

Alla Vergine Addolorata i varesini si affidano da secoli, mostrando ancora oggi una venerazione profonda come ricorda il prevosto di Varese, monsignor Luigi Panighetti: «quotidianamente i fedeli si accostano alla statua sostando devotamente in preghiera, per un semplice segno di croce oppure pregando con la Corona dei Sette Dolori, in ricordo delle sofferenze che hanno accompagnato Maria nel condividere la passione del Figlio».

Il Settenario sarà anche l’occasione per ricordare i più significativi anniversari di ordinazione di sacerdoti che sono originari o hanno operato nella Basilica di san Vittore e nel decanato di Varese.

Ad officiare la funzione d’apertura sarà il varesino don Roberto Campiotti, domenica 8 alle 10 nella Basilica di San Vittore, ricordando il 40° anniversario sacerdotale.

Nei giorni feriali è possibile partecipare: nella piccola chiesa di san Giuseppe alla s. messa delle 7.20 e al vespro delle 17.30; in Basilica alle lodi delle 8.15 in Basilica e alle s. Messa delle 10 e delle 18.30.

Le s. messe delle 10 di lunedì 9, martedì 10 e giovedì 12 saranno celebrate rispettivamente da don Germano Anzani (50° anniversario); da don Mauro Barlassina, al temine del suo ministero pastorale a Varese, alla presenza di tutti i sacerdoti del Decanato di Varese e da don Giorgio Spada (20°anniversario).

La Preghiera di affidamento dei bambini alla Madonna Addolorata sarà recitata contemporaneamente, alle 15.45, in Basilica, nella chiesa di S. Vittore a Casbeno e nella chiesa di S. Michele a Bosto.

Per l’occasione l’invito, che è esteso a tutti i bimbi di Varese, coinvolgerà alcune delle scuole che sorgono nelle parrocchie della Comunità Pastorale s. Antonio abate.

Doppio appuntamento per venerdì 13 settembre: alle 10 don Davide Caccianiga, sacerdote novello della Comunità Pastorale Beato don Carlo Gnocchi, presiederà la s. messa, mentre alle 18.30, la celebrazione solenne d’Inizio Anno Pastorale sarà dedicata alla Comunità Pastorale sant’Antonio Abate, che comprende le parrocchie di Basilica, Bosto, Brunella e Casbeno.

La s. messa per gli anziani e gli ammalati della città sarà celebrata, sabato 14 alle 10, da don Antonio Della Bella, vicario Ospedale di Circolo.

A concludere l’intensa settimana saranno le celebrazioni – con un doppio cinquantesimo di sacerdozio – di domenica mattina, 15 settembre, Solennità della Beata Vergine Maria Addolorata.

Alle 10, monsignor Peppino Maffi, prevosto di Varese dal 1998 al 2006, festeggerà i cinquant’anni da sacerdote durante la s. messa delle 10, come farà durante quella delle 11.30 don Giulio Ambrosini.

Il calendario completo delle celebrazioni è disponibile sul sito www.santantonioabate.it.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi