Tre quadri ispirati teatralmente al «Vocabolario della vita quotidiana» di monsignor Delpini

Vocabolario della vita quotidiana

La parrocchia Santa Maria Liberatrice di Milano propone per sabato 13 aprile la rappresentazione teatrale «Ma almeno aprite la porta», tratto dal «Vocabolario della vita quotidiana” di Mario Delpini.
A portarlo in scena sarà “La Bottega del Vasaio”, compagnia teatrale nata qualche anno fa, in occasione dei festeggiamenti per il 60° anniversario di Consacrazione della Parrocchia
La Bottega del Vasaio ha rielaborato alcuni testi che riguardano la vita di una comunità e che con simpatia e arguzia sono stati descritti da Mons. Mario Delpini nel suo “Vocabolario della vita quotidiana”. Da qui è nato “Ma almeno aprite la porta” che tornerà in scena, dopo le 2 date a novembre scorso, sabato 13 aprile prossimo alle 20.45 presso il Salone Polifunzionale G23 in via Cuore Immacolato di Maria a Milano.

La rappresentazione è divisa in 3 quadri:

Primo Quadro: il caffè del sacrista
Ispirato a Collaborare

Secondo quadro: il presepe della speranza
Ispirato a Sperare

Terzo Quadro: santi “Protestanti”
Ispirato a Protestare, Consolare

Per informazioni e prenotazioni:
ufficio parrocchiale 02 84624092
g23@santamarialiberatrice.org
In allegato la locandina.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi