Idea lanciata da don Paolo Alliata ai parrocchiani di Santa Maria Incoronata di Milano per il tempo di Quaresima. Partirà il 1 marzo per completarsi il 15 novembre Un capitolo al giorno, per un totale di 260 capitoli. Bastano pochi minuti: «La lettura è personale, ma sapere di affrontarla insieme ad altri è un incentivo a continuare a camminare»

Bibbia Vangelo

Con l’ingresso nel tempo di Quaresima, nella comunità pastorale Paolo VI di Milano viene avviata la lettura integrale del Nuovo Testamento.
«Lettura personale, ognuno a casa sua o dove preferirà (meglio se un luogo silenzioso, magari in chiesa, ma va benissimo la camera da letto)» spiega don Paolo Alliata, della parrocchia Santa Maria Incoronata.
Un capitolo al giorno, per un totale di 260 capitoli.

«Cominciando domenica 1 marzo, prima domenica di Quaresima, arriveremo a concludere la lettura (capitolo 22 di Apocalisse) il 15 novembre, la prima domenica di Avvento: giusto all’inizio di un nuovo anno liturgico».

La proposta nasce da una bella intuizione di don Claudio Stercal, docente ordinario di teologia spirituale presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, che due anni fa aveva già proposto ad amici la lettura personale del Nuovo Testamento, cominciata il 1° gennaio 2018 e terminata il 17 settembre dello stesso anno.

«Vogliamo anche noi avventurarci per i sentieri sempre sconosciuti della grande foresta delle Scritture» spiega don Paolo Alliata.

«Si sente spesso dire che la Bibbia è il testo più venduto e meno letto della storia letteraria dell’umanità. Che riposi un sonno corrucciato nelle retrovie delle nostre librerie, o che occhieggi da qualche spiraglio attraverso la vetrina del salotto, un primo semplice modo di ridurre la distanza dalla Scrittura è di aprirla e affondarci gli occhi.
Di natura sua, quella Parola vuole accendere lo sguardo e risvegliare il cuore di chi l’ha in mano».
Bastano pochi minuti al giorno, assicura don Paolo Alliata. «La lettura è personale, ma sapere di affrontarla insieme ad altri è un incentivo a continuare a camminare».
Chi volesse partecipare alla proposta, può segnalare la sua adesione scrivendo a donpaoloalliata@gmail.com.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi