Il fondatore del Sermig porta una sua testimonianza sui martiri missionari

foto 311751

Nell’ambito della 22ª Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei missionari martiri (celebrata il 24 marzo, nell’anniversario della morte dell’arcivescovo salvadoregno Oscar Romero), mercoledì 2 aprile, alle 21, nella chiesa parrocchiale di Vittuone, si terrà un momento di preghiera e digiuno in memoria dei missionari martiri, con la testimonianza di Ernesto Olivero, torinese, sposato, tre figli, ex bancario, fondatore del Sermig (Servizio missionario giovani).
Nelle sue tre case – gli «Arsenali» della «Pace» a Torino, della «Speranza» a San Paolo in Brasile, e dell’«Incontro» a Madaba in Giordania – il Sermig offre, a poveri e giovani, ospitalità, visite mediche specialistiche, lezioni d’arte o di musica, avviamento al lavoro.
L’iniziativa di Vittuone è a cura del Decanato di Magenta.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi