Iniziato nel 2013 il percorso «Gerico» ha visto la presenza di centinaia di persone accumunate dalgusto di indagare le ragioni del proprio credere. Un itinerario rivolto agli adulti che desiderano riflettere intorno alla propria fede. Le riflessioni sono predicate da don Giuseppe Corbari

parole abbraccio

Il “Padre nostro” vagliato con la precisione che l’esegesi impone e con l’attualizzazione che l’intelligenza suggerisce: questo è il nuovo argomento della Catechesi per adulti della Comunità Pastorale “S.Teresa di Gesù Bambino” che unisce le cinque parrocchie della città di Desio.
Momenti di preghiera e di riflessione, a partire dal 23 ottobre, con ospiti che offrono la propria testimonianza alla ricerca della fede, proposte culturali sull’arte figurativa, la musica sacra, la bellezza della ricerca umana. Un insieme di preziosi tasselli compongono il mosaico dell’iniziativa “Gerico”, ideata 3 anni fa e che vede un grande successo di partecipazione finalizzato a “riprendere in mano” la propria fede.
Un pubblico sempre crescente ha partecipato negli anni precedenti, si contano infatti più di 500 persone presenti ogni serata: fedeli impegnati nei vari gruppi ma anche persone un po’ più fredde nella pratica religiosa, comunque alla ricerca di un personale cammino di luce.
Perché il nome “Gerico”? Lo spiega il pieghevole distribuito in città su larga scala (allegato qui sotto), nel quale si legge  che il nome è pronunciato Ariha dai palestinesi, che significa “profumato”. Il senso è quello che la conoscenza della figura di Gesù sia il “profumo” della nostra esistenza e, di conseguenza, i cristiani siano il profumo della società.
Famosa è la Rosa di Gerico una pianta d’origine desertica detta pianta della resurrezione, che per la sua caratteristica si chiude a riccio quando è privata d’acqua e si apre e rinverdisce quando viene dissetata. L’intento è dunque quello di soddisfare la sete di appartenenza a Dio, per riscoprire la bellezza della fede e così risorgere nella quotidiana esistenza.
Le riflessioni sono predicate da don Giuseppe Corbari, vicario nella parrocchia dei Ss. Pietro e Paolo, sede degli incontri.
Inizieranno il 23 ottobre 2015 per concludersi il 5 febbraio 2016.
L’iniziativa col calendario delle serate è ricordata anche sul sito della comunità pastorale della città: www.pastoraledesio.it

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi