Informazioni per il ministero del collegio degli esorcisti

a Chiesa continua la missione che gli apostoli hanno ricevuto da Gesù: proclama il Vangelo a ogni creatura perché tutti abbiamo la possibilità di essere salvati. La missione degli apostoli e della Chiesa ha gli stessi tratti di potenza e di debolezza che hanno caratterizzato la missione di Gesù: «Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno i demoni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se berranno qualche veleno non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno» (Mc 16,15-18).

Nel compimento della missione la Chiesa continua a pregare come Gesù ha insegnato: liberaci dal male.

La liberazione dal male e dal maligno è opera della potenza di Dio che in Cristo Gesù, morto e risorto ha sconfitto la morte e colui che della morte ha il potere, cioè il diavolo e satana. La Chiesa in molti modi continua la lotta contro il male che travaglia la storia di ogni persona e di ogni tempo, accogliendo il grido di aiuto che sale da molte vite tormentate. L’episodio del Vangelo commentato nella lettera pastorale «Alla scoperta del Dio vicino» contiene proprio l’invocazione di un povero papà esasperato dell’opera del male che rovina suo figlio: «Spesso [lo spirito immondo] lo ha buttato nel fuoco e nell’acqua per ucciderlo. Ma se tu puoi qualcosa abbi pietà di noi e aiutaci» (Mc 9,22).

Nella Chiesa il ministero dell’esorcista è per accogliere con fede l’invocazione di aiuto che viene da vite tormentate dal male, con una missione specifica per quelle manifestazioni del maligno che si possono esprimere anche nella possessione demoniaca.

Per offrire questo ministero è sembrato bene integrare il collegio degli esorcisti diocesani e organizzarne il servizio.

È possibile incontrare gli esorcisti solo previo appuntamento. A questo scopo è attivata nei giorni da lunedì a venerdì, dalle ore 14.30 alle ore 17 un segreteria diocesana (tel. 02.8556457)

Gli esorcisti che esercitano il ministero in diocesi sono i seguenti presbiteri: padre Benedetto Borgato (via Sabotino, 1 – 22053 Lecco; mercoledì e venerdì, ore 15-18); monsignor Attilio Cavalli (C.P. 174 Ufficio postale Centro – Saronno); don Validio Fracasso (via Carducci, 14 – 22060 Cucciago – Co; non ha ancora stabilito giorni e orari); don Gianfranco Benevenuto Macor (Istituto San Vincenzo – via Copernico, 7 – Milano; lunedì, ore 10-12.30, su appuntamento); don Mario Motta (piazza Santuario, 1 – 21047 Saronno; lunedì – martedì – giovedì, ore 14-17.30, su appuntamento); don Antonio Montorfano (piazza S. Martino, 18 – Ispra; venerdì, ore 14-16, mattino, ore 9-12 su appuntamento); padre Gianfranco Pessina (via S. A.M. Zaccaria, 5 – 22030 Eupilio – Co, su appuntamento); don Giorgio Ponti (via Battistero, 3 – 21051 Arcisate – Va; mercoledì, ore 10-12); don Ambrogio Villa (Istituto San Vincenzo – via Copernico, 7 – Milano; giovedì, ore 14.30-18); don Pierluigi Zaffaroni (ministero esorcista: piazza Santuario, 1 – 21047 Saronno; mercoledì e sabato mattina su appuntamento); padre Egidio Vittorio Zoia, betharramita (su appuntamento – via Fametta, 2 – Castellazzo – 20021 Bollate – Mi).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi