Benedizione della targa bronzea donata a giugno da Mattarella alla cittadina lacustre, in occasione del Secondo Trittico di “Varenna, per navigare insieme nella storia, nell’etica e nell’arte”

Venerdì 14 settembre, alle 21, al teatro parrocchiale di Varenna, sarà inaugurata la Targa Bronzea donata dal capo dello Stato, Sergio Mattarella, al Comune della ‘Perla del Lario’ in occasione del Secondo Trittico di “Varenna, per navigare insieme nella storia, nell’etica e nell’arte”.

Nelle scorse settimane il Presidente della Repubblica ha inviato un messaggio di incoraggiamento e di plauso al sindaco, Mauro Manzoni, all’intera cittadinanza, ai relatori, ai partecipanti e al comitato organizzatore dei Trittici. Messaggio che ha costituito uno straordinario coronamento alle tante adesioni ed encomi pervenuti in occasione del 70mo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione italiana e nell’intitolazione della sala consiliare varennese a Giorgio La Pira, tra i padri costituenti.

A giugno anche l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, ha partecipato alle cerimonie e ha benedetto il bronzo raffigurante lo storico sindaco di Firenze.
La sua presenza ha conferito particolare lustro all’insieme degli eventi, così come la motivante e articolata lettera del presidente della Cei, cardinale Gualtiero Bassetti.
La presidenza del Consiglio dei ministri-Unità per il settantesimo della Costituzione, la presidenza della Camera dei deputati e la Provincia di Lecco sono stati tra i più solleciti patrocinatori e sostenitori del Trittico. Il presidente emerito della Corte costituzionale Paolo Grossi, il presidente della Fondazione “La Pira” Mario Primicerio, il presidente di “Religions for peace” Luigi De Salvia, la rappresentante della Aps “Gianni Ballerio” Maria Augusta Favali, i delegati delle maggiori confessioni religiose presenti alla tre giorni lariana-orobica hanno portato significativi contributi di pensiero e di opere.

Ciò è avvenuto sia durante il seminario dedicato alla “sostenibile utopia di Giorgio La Pira” sia in altri momenti quali la visita meditativa alla tomba di Giuseppe Lazzati a Crevenna di Erba, l’incontro con gli allievi e il responsabile di Cascina don Guanella a Valmadrera, don Agostino Frasson, la sosta all’Abbazia di Piona, l’ascesa all’Alpe di Giumello, la visita al Museo della civiltà alpina e all’azienda Sanelli in Premana, il colloquio con studenti e docenti e dirigenti della Scuola alberghiera di Casargo.

Come ulteriore tributo alla rassegna, il Capo dello Stato ha voluto donare una speciale targa bronzea con cui solennizzare e ricordare i valori propugnati e illustrati prima, durante e dopo il secondo trittico.

La presentazione e inaugurazione della targa avverrà venerdì14 settembre alle ore 21 presso il teatro parrocchiale.
Subito dopo, alle 21.15 verrà proposto (con ingresso libero), il brillante spettacolo teatrale Vengo anch’io, omaggio a Jannacci, Gaber e Fo (Luca Radaelli voce, Maurizio Aliffi chitarra, Luca Pedeferri fisarmonica, Enrico Fagnoni batteria, per l’allestimento di Spazio Teatro Invito).

Al termine dello spettacolo, nella sala consiliare del municipio, il sindaco Mauro Manzoni, unitamente ai consiglieri comunali, depositerà la targa del Capo dello Stato, incastonandola in un’artistica cornice di pregiato marmo nero di Varenna, in visione permanente ai cittadini e ai visitatori della sede comunale.

Per info: http://www.comune.varenna.lc.it/

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi