Su Zoom un ciclo in cinque incontri promosso dal Gruppo Giovani, ogni terzo giovedì del mese alle 21

Locandina - Amare è servire (1) (1)

I giovani dell’Unitalsi Lombarda desiderano proporre un ciclo di testimonianze (via Zoom call) dal titolo “Amare è servire”, che si svilupperà in 5 incontri ogni terzo giovedì del mese, alle 21, a partire dal 21 gennaio.

Durante questi incontri – sotto la guida di don Alessandro Repossi (Assistente spirituale della Sottosezione di Milano Nord-Est) e dei giovani che, di volta in volta, modereranno le serate – i testimoni racconteranno la propria storia di servizio, da cui emergeranno diverse modalità di vivere la fede nel quotidiano. Dopo la prima parte di testimonianza, sarà possibile intervenire con domande all’ospite o condividere esperienze personali per approfondire i temi trattati.

Questi gli appuntamenti:

21 gennaio, ore 21, «Servire gli ammalati». Filo conduttore sarà il modo di vivere la malattia, visto sotto due punti di vista distanti, ma complementari. Alfredo Settimo, socio unitalsiano da tanti anni, racconterà la sua storia da soccorritore professionale durante il primo semestre di pandemia e da ricoverato a causa di Covid-19 nella seconda parte dell’anno. Dopo la sua testimonianza sarà possibile fare domande e condividere esperienze. Per iscriversi all’evento, scrivere a segreteria@unitalsilombarda.it oppure cliccare sul link https://bit.ly/3nFr3PX

18 febbraio, ore 21, «Servire Dio e gli uomini». Ospite della serata suor Miriam di Gesù Risorto, una giovane suora francescana laureata in medicina, che racconterà alcuni episodi della sua vita che l’hanno portata a “servire Dio e gli uomini”. Si potrà scoprire quanto è stata importante la scelta della vita religiosa vissuta in povertà evangelica nel far nascere in suor Miriam uno sguardo particolare verso il prossimo: negli altri, in chi ha bisogno, in chi ha l’occasione di aiutare, lei vede il riflesso di Gesù risorto. La parte più importante della sua vita è votata all’evangelizzazione, con la forte convinzione che senza Dio l’uomo resta povero dentro. È possibile trovare le indicazioni per avviare la procedura di registrazione e partecipare alla testimonianza a questa pagina (scegliendo “Secondo incontro”).

18 marzo, ore 21: «Servire nel matrimonio». Dario e Cristina Versetti, coppia attiva nella Diocesi di Lodi, racconterà la propria esperienza come sposi e come genitori, sottolineando quanto sia importante che le famiglie si sostengano fra loro, vivendo una relazione di fiducia e percorrendo insieme un cammino di crescita sotto lo sguardo amorevole di Dio. Per rendere concreto questo servizio, si sono resi disponibili a seguire il percorso dei fidanzati verso il matrimonio e a partecipare al Gruppo famiglie della propria parrocchia; inoltre, sono attivi a livello diocesano tramite la collaborazione con la Pastorale familiare. Quel “sì” detto nel giorno del matrimonio ha trovato in questa modalità di servizio alla Chiesa la sua continuazione.
È possibile trovare le indicazioni per avviare la procedura di registrazione e partecipare alla testimonianza a questa pagina (scegliendo “Terzo incontro”).

15 aprile, ore 21: «Servire i carcerati». Don Mariano Margnelli, cappellano della Casa circondariale di Sondrio, farà entrare nel mondo degli emarginati, raccontandoci il significato della sua presenza. Un servizio che si realizza principalmente nell’ascolto: i detenuti raccontano il loro vissuto e trovano accoglienza, il personale dà voce alle proprie difficoltà e riceve parole di conforto. In questo ambiente, l’incontro personale è fondamentale e permette al sacerdote di dare concretezza alla misericordia di Dio e trasmettere il messaggio di speranza del Vangelo.
Per iscriversi: http://lombarda.unitalsi.com/index.php/eventi/  (scegliendo “Quarto incontro”).
L’evento sarà trasmesso anche in diretta Facebook sulla pagina Unitalsi Lombarda.

20 maggio, ore 21, «Servire senza barriere». Enrico Craighero, padre di due figli disabili, racconterà episodi toccanti della sua vita per farci vedere che è possibile «servire senza barriere» all’interno della propria realtà personale. La fatica dei primi anni di paternità, il sì alla vita, vista come dono, l’apertura al mondo grazie al volontariato: questi i temi che verranno toccati nella serata, durante la quale si ripercorrerà brevemente il cammino fatto grazie ai testimoni degli appuntamenti precedenti, che hanno permesso di riflettere sul valore dell’operato di ciascuno nella quotidianità.
Per iscriversi: https://bit.ly/3xZWbjv
L’evento sarà trasmesso anche in diretta Facebook sulla pagina Unitalsi Lombarda.

Sul sito http://lombarda.unitalsi.com/index.php/eventi/ è possibile rivedere le registrazioni di tutte le serate.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi