Per la prima volta in Italia il musical tratto dal romanzo di Charles Dickens con musiche di Alan Menkmn e testi di Mike Ockrent e Lynn Arhens

christmas-carol-3

Dopo “Tutti insieme appassionatamente” la Compagnia dell’Alba è pronta a ripartire con il musical “A Christmas Carol”, adattamento del romanzo di Charles Dickens.
Per la prima volta in Italia lo spettacolo va in scena  – a Seregno, al Teatro San Rocco giovedì 13 dicembre –  con le musiche originali del compositore Alan Menken. A interpretare Ebenezer Scrooge, Roberto Ciufoli. Regia e coreografia di Roberto Angelini; direzione musicale Gabriele De Guglielmo. Teatro San Rocco – Seregno

Teatro San Rocco – Seregno (MB) Via Cavour, 83 – tel. 0362.230555
Botteghino: lunedì – venerdì dalle 18.00 alle 21.30; sabato e festivi dalle 16.30 alle 21.30
Platea: € 32.00 – Galleria € 20.00 – Biglietti on line: www.teatrosanrocco.com

Un canto di Natale. Lo spettacolo
È la vigilia di Natale nella Londra del 1843 ed il vecchio Ebenezer Scrooge, avaro, egoista e scorbutico, rifiuta scortesemente l’invito a cena dell’allegro nipote Fred e del suo fedele impiegato mal retribuito Bob Cratchit.
Dopo aver cacciato in malo modo due uomini che gli chiedono un contributo per i bisognosi, Scrooge, uscito dall’ufficio, si reca solitario alla sua dimora.
Durante la cena prima di andare a letto, riceve la visita dello spirito di Jacob Marley, suo vecchio socio, morto sette anni prima proprio la notte della vigilia di Natale.
Lo spirito di Marley appare a Scrooge avvolto da pesanti catene alle cui estremità pendono dei forzieri: catene che, come dice
Marley stesso, sono conseguenza dell’avidità e dell’egoismo perpetrati derubando le vedove e truffando i poveri.
Scrooge, spaventato, chiede al vecchio socio come poter evitare che gli accada la stessa sorte e Marley gli rivela di essere ancora in tempo per mutare il suo destino. Prima di congedarsi, gli annuncia la prossima visita di tre spiriti, quello del Natale passato, quello del Natale presente e quello del Natale futuro.
I tre spettri, tra flashback e premonizioni riusciranno a mutare l’indole meschina ed egoista di Scrooge, facendolo risvegliare la mattina di Natale con la consapevolezza che la ricerca del denaro e l’attaccamento alle sole cose materiali sono sbagliati: finalmente la carità e la fratellanza si faranno largo nel cuore del vecchio usuraio.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi