Nel quinto anniversario della morte, bando nazionale sul tema «La memoria in tutti i suoi aspetti e contenuti». Giuria formata dai detenuti di Opera. Premiazione sabato 28 con la partecipazione straordinaria di Lella Costa

Nina Kauchtschischwili

Quest’anno ricorre il quinto anniversario della morte di Nina Kaucisvili, docente universitaria che per molti anni ha animato il «Laboratorio di lettura e di scrittura creativa» nella Casa di reclusione di Milano-Opera. Per ricordarla è stato indetto un concorso nazionale di poesia sul tema «La memoria in tutti i suoi aspetti e contenuti».
Oltre 200 le poesie arrivate per questa prima edizione. Sabato scorso la Giuria ha individuato i tre vincenti per la Sezione A, cioè persone detenute, e i tre vincenti per la sezione B, persone libere. Ci sono inoltre 9 selezionati per ogni Sezione.
Sabato 28 maggio, alla cerimonia di premiazione, che si svolgerà presso il Teatro del carcere di Opera dalle 9 alle 12, parteciperanno Alessandro Giungi, Presidente della Sottocommissione Carceri del Comune di Milano, e Lella Costa che leggerà le poesie vincitrici con l’ accompagnamento musicale di Rosario Pennone, chitarra e la voce di Viviana Conte.

Una particolarità di questo concorso è che la Giuria che ha esaminato le poesie ed eletto i vincitori è composta dalle persone detenute stesse che partecipano al Laboratorio di Opera, scelte per l’alto livello poetico raggiunto, con la certezza che l’esercizio di critica poetica certamente le arricchirà in consapevolezza, responsabilità e maturità linguistica e umana.
 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi