Una serie di scatti a colori di Marco Marzagalli per raccontare scene di vita quotidiana, colori ed emozioni della “Città proibita”: Harar. Città-Stato e città santa all'interno della Repubblica Federale d'Etiopia, dichiarata dall’Unesco «Patrimonio dell'Umanità». Vernissage: mercoledì 19 giugno

citta_proibita

Una serie di scatti a colori di Marco Marzagalli per raccontare scene di vita quotidiana, colori ed emozioni della “Città proibita”: Harar. Città-Stato e città santa all’interno della Repubblica Federale d’Etiopia, dichiarata dall’UNESCO «Patrimonio dell’Umanità».
Con le sue foto, Marco Marzagalli, ci consente di conoscere da vicino un mondo che è destinato a grandi cambiamenti. Parte delle foto sono state scattate dalla terrazza del bar posto nella piazza, bar dove vengono serviti caffè e cappuccini con schiuma, retaggio della colonizzazione. Donne anziane in abiti rigidamente tradizionali e giovani più “occidentalizzate”. Dal macellaio alla giovane che con un thermos vende il caffè, dal negozio di vestiti all’ultima moda al droghiere ambulante, dal negozietto in cui c’è di tutto ad un semplice punto con due tavoli e quattro sedie in cui sedersi a parlare.
Marco Marzagalli racconterà in prima persona molte delle foto esposte e del suo viaggio attraverso il continente Africano.
Durante tutto il periodo dell’esposizione sarà possibile acquistare le foto, offerta minima 10 euro. L’acquisto delle foto sostiene il progetto “Le case Comuni”, 3 esperienze di cohousing in cui giovani con disabilità intellettiva convivono con coetanei con la supervisione del personale de La comune.

Studio di Progettazione – Via Revere 10, Milano
La mostra sarà aperta a tutti
da mercoledì 19 giugno 2019 a venerdì 26 luglio 2019 dalle ore 14.00 alle ore 18.00

Vernissage: mercoledì 19 giugno alle ore 18.00/19.30
Ingresso gratuito

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi