Una storia dei nostri giorni che parla della diversità. Una rappresentazione teatrale con la regia di Raffaele Moschella tratta dal libro «La bambina morbida»

foto-bamb-morb

La «Compagnia del Borgo» presenta a Cinisello Balsamo nella Sala della comunità in via San Giuseppe 4, con spettacoli sabato 25 e domenica 26 gennaio, sabato 1 e domenica 2
febbraio, alle 20.30, «La bambina morbida», ovvero Beatrice, figlia di Maria Cristina Toccafondi e di Fabrizio Mantovani.
Sono i genitori che, in occasione del convegno diocesano su comunità cristiana e disabilità realizzato lo scorso anno, sul tema «Chiesa madre… di tutti?», hanno offerto la loro toccante testimonianza dei 13 anni vissuti con Beatrice, la loro prima figlia.
Al termine di questa avventura, mamma Cristina ha deciso di scrivere il libro «La bambina morbida» da cui è tratta liberamente questa rappresentazione teatrale con la regia di Raffaele Moschella.  Una storia dei nostri giorni che parla della diversità.
Prima l’attesa di una bambina «normale» che normale non è, il senso d’impotenza, l’accettazione e la promessa di starle accanto, sempre.
Seguono la sconfitta e la perdita, che però neutralizzano, in parte, il loro carattere estremo per divenire uno sguardo sul futuro che porta con sé l’amore di chi con tenacia ha saputo essere felice.
Biglietto intero 5 euro.
Info: www.compagniadelborgo.it.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi