Incontro promosso dal Meic contro la cultura dello scarto

di Marta VALAGUSSA

lavoratori

«Nella nostra epoca, così ricca di tante conquiste e speranze, non mancano poteri e forze che finiscono per produrre una cultura dello scarto, che tende a diventare mentalità comune e che contagia tutti». Queste le parole di Papa Francesco, che ha denunciato una situazione ormai diffusa. Vittime di tale cultura sono i più deboli, espulsi da un ingranaggio che deve essere efficiente a tutti i costi.
Proprio a questo tema il gruppo Meic (Movimento ecclesiale d’impegno culturale) di Milano e dell’Università Cattolica dedica l’incontro “Gli esclusi: una necessità del sistema?”, che si terrà giovedì 22, dalle 18 alle 20 a Milano, presso Palazzo Pirelli, con don Luigi Galli, assistente del Meic di Milano e dell’Università Cattolica, l’economista Giuseppe Gario, presidente dell’Istituto per i valori d’impresa, e Fabio Pizzul, consigliere regionale della Lombardia. Verrà letto un intervento scritto di Juan Grabois, co-fondatore del «Movimento dei lavoratori esclusi» e collaboratore dell’allora cardinale Bergoglio a Buenos Aires.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi