Letture deicapitoli del romanzo di Alessandro Manzoni. Una iniziativa per guardare la storia con gli occhi degli umili, apre una capacità nuova di intelligenza e unità tra azioni e parole

Alessandro Manzi

Al via la Lettura dei I Promessi Sposi, curata da Luca Doninelli, con personalità civili della società che leggono in pubblico il romanzo. Un progetto rivolto a tutta la città che ha raccolto l’adesione entusiastica di tanti. Guardare la storia con gli occhi degli umili, apre una capacità nuova di intelligenza e unità tra azioni e parole, come Francesco ha detto a Milano.

I Promessi Sposi sono la storia sviluppata e guardata con questi occhi, un avvenimento continuo di libertà e tutti sappiamo che è in quel guardare che si gioca il futuro della società tutta.
Il ciclo di incontri ha preso il via lo scorso 9 novembre e proseguirà, ogni giovedì alle 18,30, per 22 serate.

Prossimo appuntamento è per il 23 novembre,
“Che vuoi ch’io faccia del suo latinorum? – I senza-potere” (Cap. secondo), con Alessandro Banfi, attore Matteo Bonanni.
A seguire con Giacomo Poretti, Claudio Burgio, Stefano Boeri, Adolfo Ceretti, Ferruccio De Bortoli, Filippo Del Corno, Gioele Dix, Mina Gregori, Armando Besio, Ermanno Paccagnini, Marina Terragni, Roberto Vecchioni, Eugenio Borgna ed altri.

Ingresso € 2,00; Amici CMC € 1,00. Abilitato per i Crediti Formativi per Docenti della Scuola e per Studenti.
Clicca qui per maggiori informazioni.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi