Domenica il concerto di Daniele Albericci, organizzato dall’Associazione Il Girasole all’interno della rassegna Piano City Milano

Daniele-Albericci-2015-1-Bi

Quest’anno l’Associazione Il Girasole di Milano, ospiterà il concerto di Daniele Albericci nell’ambito di Piano City Milano, che nei giorni 18/19/20 maggio prevede un ricco programma di concerti di pianoforte diffusi per tutta Milano.
L’appuntamento è per domenica 20 maggio alle 18.30, in sala San Vittore (ingresso dal cortile di via degli Olivetani 3); sarà un concerto a ingresso gratuito e libero fino a esaurimento dei posti.
In allegato la locandina e il programma della serata, altre informazioni sono disponibili qui.

Programma: 

J. S. Bach: Concerto in stile italiano BWV 971
Concerto strumentale per clavicembalo a due manuali del 1735.
Suddiviso in 3 movimenti: un primo tempo (senza indicazione) dove prevale una struttura di tipo Vivaldiano ed emerge un forte contrasto tra le dinamiche forte e piano, un secondo tempo (andante) scritto in forma di canzone, un ultimo tempo (allegro) in forma di ritornello dove prevalgono nuovamente i contrasti dinamici tra forte e piano.

F. Liszt: Studio da concerto no.3 “un sospiro”
E’ il terzo di tre studi da concerto scritti tra il 1845 e il 1849.
La melodia principale (continuamente variata) viene suonata alternando ed incrociando continuamente le mani, il tutto accompagnato da degli arpeggi.

J. Brahms: Klavierstucke op.119 no.4  “Rapsodia”
Ultimo di quattro brani pianistici scritti dall’autore nel 1892.
In questa rapsodia vengono proposti tre temi di carattere molto diverso tra di loro: un primo tema di carattere pomposo ed eroico in maggiore, un secondo funereo in minore ed un terzo tema più grazioso e femminile in maggiore.

M. Mussorgsky: Quadri di un’esposizione
Composizione scritta nel 1874, è la rappresentazione sonora della mostra di quadri dell’amico ed architetto Viktor Hartmann.
L’opera è composta da dieci brani, che rappresentano i quadri, intervallati dal tema di una passeggiata (“promenade”) che rappresenta invece il movimento tra una tela e l’altra. Quest’ultimo tema, pur mantenendo la stessa melodia, viene presentato ogni volta con un carattere diverso, come a indicare i diversi stati d’animo del compositore a seguito della vista di ogni quadro.

Daniele Albericci
Nato nel 1988, si diploma nel 2009 in pianoforte con 110 e lode al Conservatorio G. Verdi di Milano; consegue inoltre il compimento inferiore di composizione nello stesso Conservatorio con Fulvio Delli Pizzi e nel 2010 quello di fagotto sotto la guida di Oscar Meana.
Nel 2006 frequenta a Todi il corso di avviamento alla direzione d’orchestra tenuto da Fabrizio Dorsi, dirigendo nel concerto finale.
Dal 2010 al 2011 continua gli studi con Tiziano Poli, approfondendo gli aspetti della tecnica pianistica.
Dal 2011 al 2013 si perfeziona alla Milano Music Masterschool con Vincenzo Balzani nei corsi di “pianoforte solo” e “pianoforte e orchestra” e successivamente , dal 2013 al 2016, presso l’Accademia del talento di Desio con Vsevolod Dvorkin.
Ha al suo attivo molti concerti ed ha partecipato a numerose rassegne, tra le quali “Incontri musicali” della Società dei Concerti di Milano, PianoCity, Eataly, Arte Solidale Festival.
Nel 2012 ha eseguito il secondo concerto per pianoforte ed orchestra di S.Rachmaninov con l’Orchestra Filarmonica di Bacau diretta da Ovidiu Balan.
Ha collaborato come pianista accompagnatore con diversi maestri quali Rocco Abate, Leonardo Dosso, Oscar Meana, Rocco Carbonara, Maurizio Saletti e Giambattista Pianezzola.
Parallelamente all’attività concertistica segue quella didattica insegnando pianoforte in alcune scuole.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi