Seminario in Cattolica sulla “questione meridionale” , organizzato dall'Archivio per la storia del Movimento sociale cattolico in Italia «Mario Romani»

universita cattolica

La “questione meridionale” è uno degli snodi irrisolti della storia italiana. Eppure negli anni Cinquanta e Sessanta del Novecento una somma di azioni virtuose ha indicato la strada dei cambiamenti possibili. Oggi, è un tema a margine delle attenzioni. Eppure dal Mezzogiorno dipende il nostro sviluppo e il nostro apporto all’Europa.
Enzo Scotti e Sergio Zoppi in un recente volume (Non fu un miracolo. L’Italia e il meridionalismo negli anni di Giulio Pastore e Gabriele Pescatore, Eurilink, Roma, 2016) hanno ragionato su due protagonisti di quella breve stagione. Le loro testimonianze offrono molteplici spunti per un dialogo che oltre agli specialisti si rivolge alle giovani generazioni, futura classe dirigente.

Se ne parlerà in un seminario in Cattolica, venerdì 19 maggio, alle 15, presso l’Aula Santa Maria.

Introduce
Aldo Carera, Direttore dell’Archivio «Mario Romani»

Discutono con gli autori:
Alberto Cova, Emerito di Storia economica, Università Cattolica del Sacro Cuore
Studenti dei collegi in Campus dell’Università Cattolica del Sacro Cuore

L’iniziativa è a cura dell’Archivio per la storia del Movimento sociale cattolico in Italia «Mario Romani» (Dipartimento di Storia dell’Economia, della società e di scienze del territorio

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi