Al Rab di Milano, il volume collettivo “Comuni-care in comunità”, frutto di percorsi di approfondimento e discussione tematici realizzati nell’aula virtuale della piattaforma del master “Tutela, diritti e protezione dei minori” dell'Università di Ferrara: un’occasione per parlare di comunità psicoeducative per minori, in modo costruttivo e positivo

COMUNICARE-IN-COMUNITA-724x1024

Giovedì 25 maggio, dalle 18 alle 20, presso il Rab di Corso san Gottardo a Milano, sarà presentato il libro “Comuni-care in comunità” (edizioni Junior), con lettura di brani a cura di Anna Lobono e musica dal vivo con Elisa e Marta.
Il volume, a cura di Paola Bastianoni, Monia Ciriello e Alessandro Maria Fucili, è stato realizzato grazie alla collaborazione e ai contributi dei quarantacinque professionisti della vita in comunità che per un anno si sono confrontati quotidianamente sulle tematiche centrali dell’intervento di comunità e che consentono di pensare ai contesti comunitari con un approccio relazionale.
Oggi risulta sempre più necessario affermare la centralità di un approccio relazionale nei servizi residenziali destinati alla cura di bambini, bambine e adolescenti segnati da traumi relazionali consumati in famiglia, da violenze subite nei lunghi viaggi per arrivare in Italia, fuggendo da paesi in guerra e ricercando almeno una possibilità di vita lontano da
destini di violenza, povertà e morte.
Le comunità per minori, esposte alle maggiori critiche da parte dei media e da un sistema sociale di cura e di tutela dei diritti relazionali dei minori sostanzialmente impoverito, risentono più di altri contesti di cura ed educativo-assistenziali, di una grande deprivazione culturale e di regolari setting deputati alla riflessione e alla supervisione del proprio operato quotidiano, condizione essenziale ed indispensabile per non vanificare impegno e risorse umane, sociali e ed economiche.

Saranno presenti le curatrici Paola Bastianoni, Monia Ciriello e l’autore Emanuele Ortu che discuteranno con:
– Fabio Sbattella, psicologo psicoterapeuta, docente di Psicologia Clinica per la Facoltà di Scienze della
Formazione, Università Cattolica di Milano.
– Rossella Bianchini, assistente sociale, attualmente consulente di Servizio Sociale presso l’Ufficio Esecuzione Penale Esterna (Ministero della Giustizia) di Milano – Lodi e presso il Servizio Affidi di Associazione CAF di Milano.
– Francesca Imbimbo, responsabile delle comunità 3-12 anni di Associazione CAF di Milano.

La serata è gratuita e aperta a tutti i cittadini.
Per iscriversi, scrivere una mail a mastertutelaminori@unife.it
I posti sono limitati (max 60 persone).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi