Un'occasione per accogliere e approfondire il Messaggio di Papa Francesco: alle 10 una messa animata dai volontari Unitalsi e Avo. Nel pomeriggio Vittore De Carli, Presidente Unitalsi Lombarda, presenta i suoi libri "Dal buio alla luce" e "Come seme che germoglia. Sacerdoti nella malattia"

82645869_1492559967535024_2

L’11 febbraio è l’anniversario della prima apparizione della Madonna a Bernadette Soubirous. Ed è proprio nel giorno della solennità della Madonna di Lourdes che San Giovanni Paolo II ha stabilito, nel 1993, di celebrare la Giornata Mondiale del Malato.
In collaborazione con i volontari Unitalsi e i volontari AVO di Lecco, domenica 9 febbraio gli ospiti degli Istituti Airoldi e Muzzi di Lecco, si incontreranno per un momento di riflessione e preghiera comunitario.
Un’occasione per accogliere e approfondire il Messaggio di Papa Francesco per la XXVIII Giornata Mondiale del Malato, in particolare il suo invito a “personalizzare l’approccio al malato, aggiungendo al curare il prendersi cura”.
Il programma prevede al mattino, alle ore 10.00, la celebrazione della Santa Messa nella chiesa degli Istituti, animata dai volontari Unitalsi e Avo  e accompagnata dal Coro Aldeia, diretto da Emanuela Milani.
Nel pomeriggio alle ore 15.00 in sala animazione, un momento di testimonianze.
Interverrà Vittore De Carli, Presidente Unitalsi Lombarda, autore dei libri “Dal buio alla luce” e “Come seme che germoglia. Sacerdoti nella malattia”.
Sarà presente con un proprio intervento don Andrea Giorgetta, sacerdote della Diocesi di Como la cui esperienza di malattia è raccontata nel libro di De Carli.

Per aggiornamenti e ulteriori informazioni, visita il sito web: http://www.airoldiemuzzi.it/

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi