Audiogallery

Videogallery Fotogallery

Facce d’angelo/19 – Giorgio, il panettiere

Il panettiere non è uno che fa i turni di notte. Lavora sempre di notte. Comincia a lavorare quando c’è gente che deve ancora andare a letto. La sua vita è, per così dire, una vita al contrario...

Facce d’angelo/18 – Armida, il gazzettino padano

Quello che succede nel resto del mondo non si sa. Ma se c’è stata una discussione tra il parroco e il sacrista, già se ne parla dal panettiere...

Facce d’angelo/17 – Alessandro, e l’altro

Alessandro ti incanta quando parla. È brillante, è di compagnia. Con gli amici apprezza il buon vino con polenta e selvaggina. È gentile con tutti. Per la moglie ha una delicatezza commovente...

Martini e la nuova evangelizzazione

All’inizio del 1991 la comunità cristiana di Varese si preparava alla missione cittadina. Nel cammino di avvicinamento, il 6 febbraio, nella Basilica di San Vittore, il cardinale Martini parlò alla Scuola decanale sulla nuova evangelizzazione. Lo ascoltiamo.

Facce d’angelo/16 – Carmine, poliziotto della penitenziaria

I carcerati sono gente difficile. Il carcere è un concentrato di sofferenza. Gente che aveva la sua casa e la sua vita è costretta in pochi metri estranei, con persone estranee, con un futuro minaccioso. Ma non è colpa di Carmine...

Facce d’angelo/15 – Pietro, allenatore dei giovanissimi

Anche se Pietro è giovane, gli capita di soffrire di nostalgia. “Che divertimento quand’ero ragazzo. Si giocava per vincere, è ovvio. Ma eravamo tutti amici...

Facce d’angelo/14 – Renzo, neo-pensionato

Gli dicevano: “Che cosa farai quando andrai in pensione?”. Dava l’impressione di aver sposato la scrivania, piuttosto che quella santa donna della Domenica. “Eh, ne ho di cose! Sono anni che aspetto…”

Facce d’angelo/13 – Leonardo, single

Da un po’ di tempo non sopportava più le prediche. Dicevano sempre dei difetti e delle virtù degli sposi. E lui non era sposato. Spesso il tema era...

Facce d’angelo/12 – Ernesto il tuttologo

Lavorava alle poste. Ma sa tutto e parla di tutto. Interviene con il tono perentorio dell’esperto sempre in cattedra. Lo chiamano...

1 42 43 44 45 46 57