La prossima Notte dei Santi sarà la notte dei contrasti e dei carismi. Chiederemo agli adolescenti della Diocesi di percorrere le strade che segnano il nuovo skyline di Milano ma che "nascondono" il bello di una città che sa ancora diffondere la gioia del Vangelo.


Vivremo una notte di contrasti. Alla vigilia della Festa di Tutti i Santi, ci metteremo in cammino attraversando una zona di Milano che segna il nuovo skyline della città e che raccoglie la nuova «movida» dei giovani milanesi: corso Como, piazza Gae Aulenti, i grattacieli di Porta Nuova. Passeremo anche dalla Stazione Centrale e dal quartiere intorno che lascia intravedere situazioni di disagio e povertà, che testimonia il dramma di chi dorme all’addiaccio o di chi si mette in viaggio come migrante in cerca di nuova speranza.

È appunto la Milano dei contrasti che chiederemo agli adolescenti di attraversare con un occhio che sa cogliere in essa anche la presenza e la testimonianza dei discepoli del Signore, della Chiesa nella città, presente con i suoi diversi carismi.

 

«Vedrai che città» riusciremo a costruire, se ognuno farà la sua parte, secondo la sua chiamata, accogliendo la propria personale vocazione e quella comune che riguarda tutti i credenti: la vocazione alla santità.

 

Lungo il percorso alcuni dei «carismi» presenti nella città e nella nostra Diocesi coinvolgeranno i gruppi, ciascuno secondo il suo stile, tratteggiando un’immagine di Chiesa che è capace di «uscire» e di abitare i luoghi che il Signore Gesù oggi abiterebbe.

Ogni «carisma», che è dono dello Spirito Santo, ha un riferimento alto, un esempio che parte dal Vangelo e si incarna nella vita di chi si è fatto santo ed è diventato motivo di imitazione per molti. Pensando alla città, e in senso stretto alla nostra Metropoli, possiamo chiedere agli adolescenti di viverci in modo attivo e responsabile, non lasciandosi suggestionare da quello che non dura, non perdendo solo del tempo, ma di cogliere la forza del cambiamento che viene dall’adesione al «comandamento dell’amore».

 

In quest’anno, in cui i gruppi adolescenti stanno declinando il verbo amare, speriamo che il percorso della Notte dei Santi di martedì 31 ottobre possa toccare il cuore dei ragazzi che, di fronte ai contrasti fra ricchezza e povertà, tempo donato e tempo sprecato, sano divertimento e pura evasione, sappiano scegliere ciò che dà significato alla vita e la proietta verso un futuro di felicità.

 

Lo potranno fare vivendo le tappe del cammino nel corso della serata, incontrando diversi gruppi di animazione legati ad associazioni, movimenti e a forme di apostolato,  sino alla conclusione che sarà alla Basilica di Sant’Agostino, in via Copernico 9, presso l’Istituto dei Salesiani di Milano. Come nelle scorse edizioni, concluderemo in chiesa la Notte dei Santi con un itinerario che prevede l’ascolto della Parola di Dio, l’incontro con uno dei Vescovi ausiliari di Milano, la possibilità di accostarsi al Sacramento della Riconciliazione e di vivere brevi spazi di silenzio e di preghiera.

 

La Notte dei Santi, notte di contrasti, sarà un’occasione per accettare un invito quello del Signore Gesù che ancora una volta ci dice, nonostante il mondo forse va da un’altra parte, «venite e vedrete»

 

 

Come si svolge la Notte dei Santi

Nella serata di martedì 31 ottobre gli adolescenti della diocesi, con i loro educatori, si metteranno in cammino nella zona di Porta Nuova a Milano.

Il punto di ritrovo sarà Largo La Foppa, presso la fermata Moscova della linea 2 della metropolitana milanese (anche bus 43 e bus 94).

Da lì si partirà per un percorso che sarà indicato ai gruppi e secondo l’orario che sarà concordato. Le prime partenze avverranno alle ore 18. Gli ultimi gruppi partiranno intorno alle ore 22. Lungo l’itinerario ci saranno delle soste in cui gli adolescenti vivranno un momento di animazione a cura di alcuni «carismi» presenti in città. Intanto passeranno dalle zone di corso Como, piazza Gae Aulenti, il quartiere delle Varesine, la Stazione Centrale, fino ad arrivare alla Basilica di Sant’Agostino, la chiesa retta dai salesiani di don Bosco, dove potranno vivere la conclusione del cammino con un momento intenso di spiritualità e l’incontro con uno dei Vescovi del consiglio episcopale milanese, con la possibilità di accostarsi al Sacramento della Riconciliazione. Il percorso dovrebbe durare circa tre ore complessivamente, compreso il tempo in chiesa.

 

 

Iscrizioni online

Le iscrizioni sono aperte cliccando qui. Si raccolgono fino al raggiungimento del numero massimo consentito. Si raccomanda di iscrivere gli adolescenti secondo il numero effettivo dei partecipanti.

 

 

Ti potrebbero interessare anche: