Prima della Veglia diocesana, in piazza dei Mercanti dalle 14 alle 19.30, una ventina di organizzazioni (gruppi missionari, istituti, congregazioni, associazioni) allestiranno stand, giochi e animazioni per presentarsi e far conoscere alcune realtà nel mondo

di Gabriele BEDANI, Matteo CIRCOSTA e padre Sante GATTO (Équipe organizzativa)

Il Workshop delle Realtà Missionarie si svolgerà anche quest’anno in via Mercanti a Milano prima della Veglia missionaria diocesana. Questa manifestazione è stata pensata nel contesto della Giornata missionaria mondiale (22 ottobre) sul tema «La Messe è molta» (Mt 9,37).

Le finalità specifiche di questo evento, tradizionalmente significativo nel cammino pastorale della Diocesi, sono quelle di far conoscere anche nel cuore pulsante della city il dinamismo missionario, le attività delle associazioni e Congregazioni Missionarie presenti sul territorio diocesano e mostrare l’azione concreta della «Chiesa in uscita» sognata da papa Francesco: una Chiesa in permanente in stato di missione.

La localizzazione di questa kermesse della missione indica strategicamente la volontà di incontrare tutti, senza esclusioni. Soprattutto le persone comuni che, di fatto, non avrebbero l’opportunità di essere coinvolte nella conoscenza del volto missionario di tutta la comunità ecclesiale.

Il Workshop si svolgerà il 21 ottobre a partire dalle 14.30. Il ricco programma comprenderà momenti di scambio, di animazione, di festa e di partecipazione proposti dalla rete delle realtà missionarie aderenti, presenti anche con banchetti informativi sui loro progetti e sulle loro attività distintive.

Quest’anno parteciperanno una ventina di associazioni o Congregazioni che incarnano questo spirito missionario e che contribuiranno a diffondere, attraverso le dinamiche proposte, un nuovo stile di essere Chiesa: quello della fraternità.

S potrà così cogliere la presenza di alcuni istituti esclusivamente missionari attivi in tutta l’area diocesana, come i Comboniani, il Pime, i Saveriani, i Missionari della Consolata con il notevole e creativo apporto del laicato di ciascuno di essi e di altre congregazioni religiose come i Cappuccini, con iniziative legate direttamente all’evangelizzazione ad gentes. Significativa la presenza del Coe e del Vispe con la rinnovata attenzione all’Intercultura e all’educazione alla mondialità con il coinvolgimento di molti giovani in questi processi. Infine da non dimenticare le associazioni più localizzate o quei gruppi parrocchiali che desiderano vivere un’esperienza di missionarietà e di rinnovata progettualità ecclesiale.

Per le realtà missionarie che volessero aggiungersi a questo momento di festa, l’Ufficio diocesano di Pastorale missionaria rimane disponibile per accogliere nuove adesioni fino a domenica 15 ottobre.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi