Il Mtendere Mission Hospital nasce agli albori della missione diocesana in Zambia, fondata nel 1961 dall’allora Arcivescovo di Milano, il Card. Giambattista Montini ed è oggi l’unica struttura sanitaria per i residenti degli 8 villaggi dell’area

Il Mtendere Mission Hospital si trova nella provincia meridionale dello Zambia, al confine con lo Zimbabwe. Esso appartiene alla locale Diocesi di Monze ed è amministrato dalla Diocesi di Milano in collaborazione con la congregazione delle Suore di Maria Bambina. Esso prese avvio nel 1968 nell’ambito della missione della diocesi di Milano e, da piccolo ambulatorio, si è espanso fino alle attuali dimensioni e attività, con una superficie di 5.460 metri quadrati e 140 posti letto.

Il Mtendere Mission Hospital quale “Ospedale missionario”, condivide le linee programmatiche di pastorale sanitaria stabilite dalla Diocesi di Monze e interviene ai momenti di elaborazione e di verifica dei programmi diocesani. In questo quadro partecipa alle iniziative della Church Health Association of Zambia (CHAZ).

La gestione ordinaria del Mtendere Mission Hospital è condotta da un board composto dal Direttore Sanitario (che lo presiede) la Superiora Delegata delle Suore di Maria Bambina, il missionario Decano della St. Ambrose Mission, il Parroco di Chirundu, la Suora che svolge l’incarico di Matron dell’Ospedale, l’Amministratore locale, eventuali altri membri cooptati in rappresentanza dei medici, degli addetti al settore logistico, dei lavoratori dell’Ospedale.

Ogni anno il board cura la stesura di una relazione generale sull’andamento dell’Ospedale, in particolare sotto il profilo economico-finanziario e socio-sanitario, da consegnare ai Vescovi e agli organismi coinvolti delle due Diocesi interessate.

La Diocesi di Milano ha costituito, presso l’Ufficio Diocesano per la Pastorale Missionaria, un apposito Comitato Arcivescovile per l’Ospedale di Chirundu, presieduto dal Vicario episcopale competente per le questioni economiche con il compito di partecipare alla definizione, attuazione e verifica delle linee strategiche di conduzione e di sviluppo dell’ospedale e fornire ed organizzare in Zambia e a Milano le risorse e le strutture necessarie per la gestione e il sostegno dell’intero progetto di cooperazione.

L’Ufficio Missionario, operativamente e con la collaborazione dell’ONG CeLIM , sostiene l’ospedale:

• inviando medicinali e attrezzature sanitarie, non reperibili localmente, tramite spedizioni con container
• inviando personale qualificato
• occupandosi delle costruzioni e manutenzioni delle strutture e dell’impiantistica
• inviando contributi e donazioni per affrontare le spese di gestione in Zambia

Il Mtendere Mission Hospital ha un bacino d’utenza di circa 22.600 persone, residenti negli otto maggiori villaggi dell’area. Tuttavia, a causa dell’inadeguatezza delle strutture sanitarie limitrofe, è di fatto l’ospedale di riferimento dell’intero distretto di Siavonga e dei distretti confinanti. Questo comporta che il bacino di utenza dell’ospedale arrivi a più di 60.000 persone. L’ospedale missionario si trova in una zona rurale ed è inserito in un contesto di grande povertà caratterizzato da infrastrutture inadeguate e decadenti, malnutrizione, malattie e disoccupazione. Questa situazione è aggravata dalle avverse condizioni climatiche caratterizzate da una lunga stagione di caldo secco e dalla siccità.

L’ospedale conta su uno staff di 146 persone e comprende i reparti di Medicina, Pediatria, Ostetricia/Ginecologia e Chirurgia e vari servizi: Ambulatorio generale, Ambulatorio dentistico, Ambulatorio oculistico, Clinica di prevenzione del cancro del collo dell’utero, Igiene e Sanità Pubblica, Dipartimento Materno-Infantile, Dipartimento HIV, Laboratorio, Centro trasfusionale, Radiologia, Ecografia, Endoscopia, Farmacia, Manutenzione, Cucina, Lavanderia, Sala mortuaria.

Il Dipartimento di Sanità Pubblica svolge attività di prevenzione, vaccinazione, educazione sanitaria per le più frequenti malattie infettive e supervisione dell’approvvigionamento di acqua potabile e sistemi di fognatura nei villaggi.

Grazie ad un efficiente sistema di collaborazione con volontari nei villaggi le zone appartenenti al bacino di utenza ricevono servizi di cura domiciliare, educazione sanitaria, prevenzione della malaria con distribuzione di zanzariere, counseling per aids, supporto di orfani e bambini in difficoltà, microcredito.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Informazioni sui cookie


I Cookie sono porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio .
Questo sito utilizza soltanto cookie tecnici, che hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al suo funzionamento: Questi cookie non necessitano del preventivo consenso dell'Utente per essere installati ed utilizzati. In ogni caso l'Utente ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Per altre informazioni vai alla pagina informazioni legali di questo sito. Vedi il provvedimento del Garante

Chiudi