All’11° Congresso provinciale nella Sala Alessi di Palazzo Marino, 170 delegati in rappresentanza degli oltre 20 mila iscritti saranno chiamati a eleggere il nuovo direttivo e il nuovo presidente

Us Acli

«Lo Sport che vogliamo» è il titolo del XI Congresso dell’Unione Sportiva delle Acli di Milano, in programma sabato 28 gennaio nella prestigiosa cornice di Sala Alessi a Palazzo Marino. Si tratta di un appuntamento importante, non solo perché verranno rinnovati gli organi dirigenziali, aprendo così la stagione congressuale dell’Unione Sportiva delle Acli a livello regionale e nazionale, ma perché ci sono nuove e stimolanti sfide che attendono il Movimento.

«Integrazione, pace, corretti stili di vita, salute e benessere, partecipazione, periferie urbane e sociali, queste sono solo alcune delle parole chiave che l’Us Acli deve declinare per giocare un rinnovato protagonismo sociale, culturale e politico, -spiega il presidente uscente Domenico Lupatini – senza perdere mai di vista che è nella relazione tra le persone che si realizza la nostra vocazione e identità associativa, così come è bene ricordare che solo nella relazione può nascere e compiersi solidarietà autentica e piena».

Nata nel 1976, l’Unione Sportiva delle Acli nel corso degli anni ha promosso, sostenuto e organizzato attività motorie, ludiche e sportive rivolte a soggetti di ogni età e di ogni condizione, con particolare attenzione alle persone più esposte a rischi di emarginazione fisica e sociale. Un’attenzione privilegiata è da sempre rivolta ai bambini e ai giovani, non soltanto perché lo sport rappresenta una delle più “facili” attività di ricreazione, di aggregazione e di impegno, ma soprattutto perché la pratica motoria, ludica e sportiva riveste un fondamentale ruolo educativo e formativo.

170 delegati in rappresentanza degli oltre 20 mila iscritti e delle 200 società sportive affiliate saranno chiamati a eleggere, oltre al nuovo direttivo, anche il nuovo presidente.

In occasione del Congresso nella sala Arazzi a Palazzo Marino sarà allestita la mostra “Tra memoria e futuro: Identità associativa dell’Us Acli Milano nei suoi primi quarant’anni”, che racconta attraverso i volti, gli oggetti e i pensieri di molti dei protagonisti, supporter e testimonial dell’Us Acli lo spirito che la anima, il valore e l’impegno profuso e i risultati ottenuti nei primi quarant’anni di attività associativa.

All’Interno dei Lavori dell’assise saranno consegnate le Spighe di bronzo Us Acli Nazionale.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi