Dopo l’oltraggio alla lapide che ricorda il deportato Dante Coen, il Municipio 3 promuove una manifestazione di solidarietà che intende estendersi da via Plinio 20 fino al Memoriale della Shoah presso la Stazione Centrale

«Nessuno tocchi le pietre della memoria». Con questo slogan, dopo il grave oltraggio recato nottetempo da ignoti alla pietra d’inciampo da poco collocata dal Comune di Milano in memoria del milanese Dante Coen (prelevato la mattina del 26 luglio 1944 dalle SS, deportato nel campo di sterminio di Auschwitz e assassinato a Buchenwald), sabato 28 gennaio, alle 15.30, il Municipio 3 promuove una manifestazione di solidarietà.

«Insieme a Omelia Coen formeremo una catena umana che da via Plinio 20 arriverà fino al Memoriale della Shoah, situato al Binario 21 – spiega la presidente Caterina Antola -. Tra la casa di Dante Coen e il Memoriale, da dove partirono migliaia di deportati milanesi, questa volta ci saremo noi cittadini a formare una catena umana per dimostrare e ribadire che Milano non cancella la storia, Milano è custode della Memoria».

Sono invitate le istituzioni, le scuole, le associazioni, i Municipi e tutti i cittadini.

Info per adesioni e partecipazione: Alessia Giuliani (tel. 346.1600833; alessia9241@virgilio.it)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi