Riportato alla luce un Editto seicentesco. Ai trasgressori veniva comminata una multa di 10 scudi e la sospensione a divinis

editto Litta

Negli scorsi mesi è stata portata a termine l’inventariazione della parte ecclesiastica del Fondo stampati. Il fondo è costituito da 2329 documenti divisi in 26 cartelle.

Presentiamo, come curiosità, un editto del cardinale Alfonso Litta, arcivescovo di Milano dal 1652 al 1679, «sull’abuso del prender tabacco» anche tra gli ecclesiastici, «che poco ricordevoli della compositione e gravità che richiede il di lor stato lo prendono indifferentemente senza alcun riguardo di luogo, tempo, o persona, ne contenti di pigliarlo nelle piazze et altri luoghi publici, arrivano a segno, che lo pigliano nelle Chiese medeme anche nel tempo de Divini Officij e con ogni sorte di publicità: cosa veramente lorda e brutta et a molti stomachevole, et altre tanto disdicevole alla di loro conditione, quanto aliena della modestia ecclesiastica et servitio di Dio».

Facendo riferimento ad un decreto del Sinodo XXXIV (1650), ai trasgressori veniva comminata una multa di 10 scudi e la sospensione a divinis.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi