La Sezione Catechesi ha lo scopo di seguire quanto concerne l’attività catechetica e l’iniziazione cristiana dei fanciulli: “coordina, sostiene, promuove le attività di evangelizzazione, di catechesi e di formazione degli operatori” (cost. 48, § 1).In particolare, provvede ai seguenti compiti principali:
a) presta una specifica attenzione alla formazione dei catechisti e degli altri soggetti della comunità educante (cf A. Scola, nota pastorale, La Comunità educante, 2014), in collaborazione con la Commissione Ambrosiana per la Pastorale e con le iniziative formative a livello locale (di decanto, di comunità pastorale o parrocchiali);
b) sostiene la “scelta prioritaria della Chiesa di Milano” a favore della catechesi degli adulti “poiché soprattutto gli adulti, e particolarmente oggi, hanno bisogno di conseguire una consapevolezza matura della loro fede” (cost. 34, § 1);
c) presta la sua opera di sostegno e di ascolto rispetto alle iniziative di iniziazione cristiana dei bambini e dei fanciulli e più ampiamente di catechesi che si svolgono a livello parrocchiale o di comunità pastorale;
d) costituisce il punto di riferimento autorevole per la delineazione dei percorsi di iniziazione cristiana dei bambini (preparazione dei genitori al battesimo e formazione postbattesimale), dei fanciulli (in particolare per il completamento dell’iniziazione cristiana) e dei preadolescenti (cf CEI, Incontriamo Gesù. Orientamenti per l’annuncio e la catechesi in Italia, 29 giugno 2014; A. Scola, Linee diocesane per l’Iniziazione Cristiana dei fanciulli, 28 maggio 2013);
e) offre “un giudizio critico circa i sussidi scritti o audiovisivi per la catechesi ai vari livelli e per altre forme di ministero della Parola” (cost. 48, § 2) e ne promuove la preparazione;
f) collabora con il Servizio per l’Insegnamento della Religione Cattolica per quanto concerne le iniziative di formazione degli insegnanti (cf cost. 593);
g) collabora inoltre con il Servizio per l’Ecumenismo e il Dialogo, l’Ufficio per la Pastorale Missionaria, l’Ufficio per la Pastorale dei Migranti, il Servizio per i Giovani, il Servizio per i Ragazzi, gli Adolescenti e l’Oratorio (cf cost. 215, § 5), l’Azione Cattolica e in genere con gli altri Organismi di Curia e “con tutti quei soggetti ecclesiali che hanno competenze rilevanti in rapporto al ministero della catechesi; in particolare con gli istituti di insegnamento e ricerca nei quali vengono formati i catechisti e le catechiste” (cost. 48, § 1);
h) mantiene gli opportuni raccordi con l’Ufficio Catechistico Nazionale e con gli analoghi organismi delle Diocesi che appartengono alla Regione Ecclesiastica Lombardia.

Nell’espletamento dei suoi compiti la Sezione Catechesi è coadiuvata “da una o più commissioni composte da esperti nei singoli ambiti nei quali si svolge la sua azione pastorale” (cost. 49, § 2), che potranno pertanto essere costituite, anche in forma transitoria, su iniziativa del Responsabile e con il consenso del Vicario episcopale competente, in riferimento a compiti specifici. La Sezione inoltre “si avvale della collaborazione di una consulta composta da rappresentanti dei soggetti che operano nei diversi ambiti di sua competenza” (cost. 49, § 1).

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi