Un lungo pomeriggio di canti, racconti e preghiera culminerà in serata con l’incontro del Papa, che risponderà alle domande delle famiglie del mondo

di Francesca CASSANI

Papa e Coro Hope

L’appuntamento è per sabato 2 giugno nell’area del Parco Nord-Aeroporto di Bresso. Alle 15.30 avrà inizio la “Festa delle testimonianze”: un pomeriggio di musica, canti, racconti e preghiere che culminerà con l’arrivo sul grande palco di Benedetto XVI. È uno dei momenti più importanti del VII Incontro mondiale delle famiglie, che si apre il 30 maggio con il Congresso teologico pastorale in programma al Mico, il centro congressi di FieraMilanocity.

Dopo tre giorni di incontri e riflessioni dalle quali emergeranno le linee guida che la Chiesa seguirà nei prossimi anni sul tema della famiglia, sabato sarà il tempo per la festa. Una formula tutta nuova rispetto a ciò a cui si è stati abituati sino a oggi con gli altri incontri mondiali. Se in occasione delle Giornate mondiali della gioventù la Messa celebrata dal Papa è preceduta da una serata di veglia e di preghiera, l’Incontro mondiale delle famiglie spariglia le carte. La celebrazione sarà preceduta da una vera e propria giornata di festa che avrà Benedetto XVI quale ospite d’onore.

Il Papa arriverà a Bresso alle 20.30 e si intratterà con i giovani e le famiglie per un’ora rispondendo alle domande delle famiglie provenienti dai diversi continenti. L’evento si snoderà attraverso brevi letture di attori italiani e noti volti televisivi, le note di un’orchestra pop composta da oltre 30 elementi, le voci del Grande Coro Hope, 75 giovani provenienti da tutta Italia, e le esibizioni di importanti artisti nazionali ed internazionali. Non mancheranno, inoltre, momenti di preghiera e riflessione guidati dal Santo Padre. La serata verrà trasmessa in diretta televisiva sulla Rai che distribuirà il segnale, insieme al Centro Televisivo Vaticano, in tutto il mondo. Il pomeriggio delle testimonianze verrà invece trasmesso, dalle 16.30 alle 18, da Tv2000.

La festa si aprirà con l’esibizione dei vincitori del concorso “Giovani talenti per il Papa”, promosso dalla Fondazione Milano Famiglie 2012 e rivolto a musicisti e gruppi musicali della Lombardia composti da ragazzi tra i 18 e i 32 anni. Sul palco oltre 100 giovani divisi in 9 gruppi che si esibiranno, carichi di emozione, davanti a decine di migliaia di persone. I ragazzi sono stati selezionati da una Commissione coordinata da Gatto Panceri, cantante e autore e interprete, tra le altre di canzoni quali Mia, L’amore va oltre, Madre Mia e Vivo per Lei, scritta per Andrea Bocelli. Da Milano sul palco di Bresso salirà Emanuele Bazzotti, seguito dai Brixer di Bresso, il Duo el pomm, gli Eden Garden e il coro Elikia. Da Cenate Sopra arrivano i Quinta Voce, mentre è di Busto Arsizio il coro di immigrati africani Sahuti Wa Afrika. Sempre da Milano anche Manu e il coro femminile Jubilant gospel girls.

La giornata proseguirà con il Grande Coro Hope che proporrà brani di Christian Music: non mancherà, tra gli altri, Emmanuel e con cantanti internazionali di Christian Music. Si parte con Fifito, della Guinea Bissau, da anni impegnato nell’opera di riconciliazione sociale della sua terra. Dopo Fifito sarà la volta di Josh Balckesley, rocker statunitense della rete Spirit and Song, presieduta dall’Arcivescovo di Portland. E ancora, per la prima volta in Italia lo spagnolo Jesús Cabello, seguito dai rappers francesi Sentinel Crew, passati da una vita fatta di violenza e disordine a una vita rinnovata dall’incontro con Cristo. I ragazzi portano alla “Festa delle testimonianze” i ritmi e le rime delle banlieues parigine. Chiude la sessione di Christian Music Lois Kirby, cantante gospel britannica che si esibirà durante la serata anche davanti al Santo Padre. Durante il pomeriggio troveranno spazio anche a testimonianze di famiglie italiane e del mondo.

La serata verrà condotta da Gigi Cotichella, già presentatore degli incontro del Cardinale con gli animatori degli oratori estivi e del Natale degli sportivi, Enrico Selleri, giovane conduttore di Tv2000, e Andrea Carretti, storico conduttore dei grandi raduni ecclesiali.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi