3400 - incroci
Redazione Diocesi

Lavorano molto nelle parrocchie, ma spesso hanno poca visibilità, anche se il frutto del loro lavoro è sotto gli occhi di tutti, al punto di costituire il volto stesso della comunità cristiana, presso i credenti, i “lontani” e la società civile. Sono gli operatori della comunicazione, coloro che si prendono la cura di realizzare il giornale parrocchiale, il cosiddetto “bollettino”, strumento di informazione presente in forme differenti in tutte le parrocchie della Diocesi. Ma non è l’unica missione di questi operatori pastorali: èloro l’incarico di diffondere la Buona stampa, di stimolare la comunità cristiana a formarsi circa l’uso critico e sapiente dei mezzi di comunicazione.

Un compito prezioso in questi tempi nei quali opinioni, giudizi e azioni delle persone sono fortemente condizionati dai mezzi di comunicazione, spesso portatori di logiche contrarie al Vangelo e alla dignità della persona.

Per questo è importante allora realizzare strumenti di comunicazione alternativi, come i giornali parrocchiali, e diffondere la stampa e i mezzi di comunicazione cattolici (Avvenire, il Segno, Famiglia Cristiana, www.chiesadimilano.it …). Una missione che si deve svolgere in tutte le parrocchie e che per essere ben fatta necessita di operatori appassionati e formati.

Con questo obiettivo l’Ufficio comunicazioni Sociali della Diocesi organizza per loro un incontro sabato 29 settembre alle ore 10 a Milano presso la Curia Arcivescovile.

Anzitutto verrà loro presentato il percorso pastorale “Famiglia comunica la tua fede”. Dopo uno sguardo sul programma delle attività formative previste per il prossimo anno nell’ambito delle comunicazioni sociali, verrà richiesto il prezioso contributo degli operatori attivi sul territorio.

Da loro si attendono idee, richieste e proposte per organizzare al meglio il corso di formazione per operatori pastorali delle comunicazioni sociali che si intende attivare al più presto.

Verranno raccolte esperienze e consigli anche a proposito della celebrazione della prossima “Giornata del quotidiano cattolico Avvenire”, in programma il 25 novembre.

E’ importante che ogni parrocchia sensibilizzi chi già lavora per il giornale parrocchiale, nella diffusione della buona stampa, nei centri culturali, affinché partecipi a questo e agli altri incontri in programma, così da mettere in circolo le esperienze attive sul territorio e realizzare, tutti insieme, un’azione comunicativa che dia ancora più vigore alla pastorale parrocchiale e diocesana.
Don Davide Milani
Responsabile Comunicazioni Sociali Diocesi di Milano

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi