"Preti in montagna", è questa l'iniziativa - partita dalla base e rilanciata dall'Ufficio per il Turismo della diocesi - che prende il via in maniera sperimentale in questo mese d'aprile. Destinatari sono tutti i preti cui piace camminare per rilassarsi a contatto con la natura. Ultimo appuntamento: Mercoledì 28 maggio


Redazione

“Preti in montagna”, è questa l’iniziativa – partita dalla base e rilanciata dall’Ufficio per il Turismo della diocesi e destinata a tutti i preti cui piace camminare per sentieri alpini e che saggiamente trovano qualche ora per rilassarsi a contatto con la natura. Spesso lo devono fare da soli. Il coordinamento del tempo libero tra preti, infatti, non è ancora stato sdoganato come uno dei segni di fraternità e di comunione cui anche prestare attenzione. L’iniziativa qui proposta intende allora iniziare un circolo virtuoso anche in questo campo. Un po’ di riposo e di svago personale, del resto, sono a servizio dell’impegno pastorale e non a detrimento.
Sono nove i sacerdoti che in tre escursioni (verso il Resegone, sul monte Pallanzone, sul Corno di Canzo)) hanno aderito: don Norberto, don Giovanni, don Lucio, don Stefano, don Matteo, don Franco, don Andrea, don Paolo, don Peppino, don Franco. Non interessano cognomi, titoli di studio, posizione nella gerarchia ecclesiastica o ruolo all’interno del presbiterio. La scadenza delle camminate sarà quindicinale fino alla fine di maggio, per poi interrompersi durante il periodo estivo. Si resta solamente all’interno delle montagne e dei sentieri della Diocesi, così da conoscerla meglio e godere delle bellezze della “nostra” natura. La partenza di ogni escursione è prevista, nel punto indicato, alle ore 8.00, per consentire un rientro adeguato nelle rispettive parrocchie. E’ vietato parlare d’argomenti legati… alla pastorale! Le mete delle escursioni vengono fatte tenendo conto del passo di tutti: cime semplici o altre più impegnative. Occorrente: scarpe da montagna, pranzo al sacco, eventuali racchette e… il sorriso sul volto. Sarebbe meglio dare un preavviso anche se però vige la legge del “chi c’è c’e, chi non c’è non c’è”.
Coordinatore dell’iniziativa è don Norberto Brigatti: tel. 0331.631690; 338/2210966, email info@santamariaregina.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi