L’articolazione delle proposte diocesane che si rivolgono ai ragazzi delle medie e delle superiori, ai giovani dai 20 ai 30 anni, a giovani donne, 18 enni, preadolescenti e adolescenti

di Ylenia SPINELLI

ragazzi

Le proposte diocesane per l’accompagnamento vocazionale o per favorire il discernimento in questo ambito sono diverse e articolate in funzione dei destinatari. Le presentiamo in sintesi

Comunità San Martino e Adolescenti

Sono tanti i ragazzi delle medie o dei primi anni delle superiori che anche quest’anno hanno intrapreso i cammini delle Comunità San Martino e Adolescenti, due proposte nate a cavallo tra gli anni Novanta e Duemila. In particolare, il cammino della Comunità San Martino è un itinerario di accompagnamento vocazionale pensato per i ragazzi dalla I alla III media e per le loro famiglie. Prevede un fine settimana al mese presso il Seminario di Venegono Inferiore e ha come obiettivo quello di insegnare a pregare partendo dal testo del Vangelo, con il metodo della biro a quattro colori, spiegato su Fiaccolina, la rivista per ragazzi e chierichetti a cura del Seminario.

La Comunità Adolescenti, invece, prevede una serie di incontri, tenuti da sacerdoti del Seminario, per ragazzi dalla I alla III superiore, che nel loro cammino di crescita spirituale desiderano interrogarsi con serietà sulla propria vocazione. Oltre a momenti di preghiera e vita comune, elemento decisivo è il confronto con realtà e figure vocazionali di servizio e dedizione alla Chiesa. Guida questa esperienza un’équipe formata da preti, una religiosa e alcuni giovani e seminaristi.

Entrambi i percorsi hanno preso avvio lo scorso 15 settembre e si concluderanno il prossimo 18 maggio, dopo la tre giorni di esercizi spirituali all’Oasi David di Civate (dal 14 al 16 marzo per la Comunità San Martino) e all’Eremo di San Miro a Canzo (dal 28 al 30 marzo per la Comunità Adolescenti). Inoltre, nel mese di aprile, verrà replicata la bella esperienza di servizio vissuta con i ragazzi dell’Istituto «La Nostra Famiglia» di Bosisio Parini.

Il Gruppo Samuele

Il Gruppo Samuele è un’esperienza unica e non ripetibile nel corso della vita, rivolta a tutti i giovani, dai 20 ai 30 anni, che desiderano compiere un serio discernimento vocazionale. Scopo del cammino proposto dalla Pastorale giovanile diocesana, che quest’anno è iniziato lo scorso 10 novembre e che si concluderà il prossimo 22 giugno con la presenza dell’Arcivescovo, è quello di essere aiutati a cercare la volontà di Dio sulla propria vita. L’atteggiamento fondamentale che si richiede per la partecipazione è il desiderio reale di un discernimento aperto a tutti i possibili esiti di ogni vocazione cristiana, per questo possono farvi parte giovani fidanzati, oppure già orientati verso una scelta di consacrazione. I momenti concreti del discernimento sono tre: la lectio, ovvero la meditazione e contemplazione del progetto di Dio, così come appare nella Scrittura, sulla storia dell’uomo e sul singolo; la purificatio, ovvero la presa di distanza consapevole da ogni inclinazione sbagliata e lo scrutinio, la riflessione su di sé e il confronto con la propria guida spirituale. Il responsabile è don Maurizio Tremolada.

«A casa di Marta e Marta»

Il clima accogliente tra donne di diverse vocazioni, dalla consacrazione al matrimonio, giovani animatrici entusiaste e una bella casa, presso l’istituto delle Orsoline di San Carlo, nel centro di Milano, creano l’ambiente ideale per le ragazze che frequentano la proposta vocazionale «A casa di Marta e Maria».

Il cammino delle 18enni, che ha preso avvio per la prima volta lo scorso ottobre, suggerisce esperienze di servizio e di preghiera (già proposte in Diocesi da associazioni e da istituti religiosi e secolari), da vivere insieme anche fuori sede. È guidato da una suora delle Orsoline di San Carlo e da un’ausiliaria diocesana.

Il cammino delle preadolescenti ha come scopo quello di prendere confidenza con la Parola di Dio attraverso la lettura del Vangelo, inoltre si lavora sulla proposta vocazionale suggerita dal fumetto mensile pubblicato su Fiaccolina. Non mancano momenti di svago e un’attività manuale per costruire un oggetto a tema. L’équipe è formata da Canossiane, Piccole Apostole della Carità, Orsoline di San Carlo, Ordo Virginum, Figlie di Maria Ausiliatrice e da due animatrici laiche.

Tra gli obiettivi del cammino delle adolescenti, invece, c’è l’approfondimento della vita spirituale, attraverso il confronto e la testimonianza con alcune delle tante vocazioni femminili presenti nella Chiesa.

L’équipe è composta da Figlie di Maria Ausiliatrice, Discepole del Vangelo, e da alcune animatrici Marta e Federica laiche.

La Comunità Sant’Andrea

La Comunità vocazionale residenziale Sant’Andrea, presso il Seminario di Venegono, è un’esperienza di vita comunitaria di quasi due settimane, pensata per giovani maggiorenni che desiderano verificare l’intuizione del sacerdozio come scelta di vita o motivare con più precisione un orientamento già espresso all’ingresso in Seminario. Senza trascurare le proprie attività quotidiane, al mattino e alla sera, sono previsti tempi comunitari di preghiera, confronto e testimonianze vocazionali. La comunità offre lungo l’anno quattro periodi di dieci giorni, l’ultimo si svolgerà dal 19 al 29 maggio. È necessario iscriversi almeno quindici giorni prima dell’inizio del turno. Per dare la propria adesione o per chiedere informazioni: don Marco Crippa (tel. 0331.867111; marcocrippa@seminario.milano.it)

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi