Chi si fida dell'opera della Grazia può sperimentare il dono di un'esistenza “luminosa” perché “illuminata”

di monsignor Pierantonio TREMOLADA
Vicario episcopale

Al numero sei della sua lettera pastorale, l’Arcivescovo cita alcuni testi della Scrittura da cui si ricavano aspetti diversi e importanti dell’esperienza di fede. Vorremmo, uno dopo l’altro, provare ad accostarli per coglierne la ricchezza.

Il primo passo ricordato si trova nella Lettera ai Romani e costituisce, potremmo dire, il portale di ingresso di questo testo straordinario. La frase che San Paolo pone come tesi fondamentale suona così: «Il giusto per fede vivrà» (Rm 1,17). Che significa: «Grazie alla fede il giusto farà l’esperienza della vita». Si tratta di una verità grandiosa: la fede fa vivere!

Forse è utile qui distinguere tra esistenza e vita, ricordando che esse non necessariamente coincidono. L’esistenza è il venire al mondo; la vita è lo starci con gioia e soddisfazione. «Questa non è vita!», a volte si sente dire. La filosofia detta appunto “esistenzialista” ci ha ricordato che il senso della vita non va da sé e che a volte il dramma dell’esistenza sembra contestarlo. La fede spinge invece nella direzione opposta: essa fa vivere, perché pone a contatto con la potenza di bene che viene da Dio.

Nel suo Vangelo Giovanni ci aiuta a capirlo meglio, qualificando la vita attraverso un aggettivo e ponendogli a fianco un altro sostantivo. Dice infatti che chi crede ha la vita «eterna», vita cioè autentica e piena, e che la vita è «la luce del mondo». La vita, dunque, è un’esistenza luminosa perché illuminata. Sperimentarlo è un dono, che si riceve fidandosi dell’opera della Grazia. Questo significa appunto credere. 

da Avvenire, 10/11/12

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi