Cinque incontri in cui cinque giudici costituzionali si confrontano con economisti e giuristi per spiegare gli impatti delle sentenze della Consulta sul sistema economico

Costituzione

Mercoledì 28 settembre prende il via in Università Cattolica un ciclo di incontri dal titolo “La Corte Costituzionale e l’Economia”. Cinque giudici costituzionali si confronteranno con economisti e operatori del diritto per spiegare come prendono corpo le decisioni della Consulta e quali sono gli impatti che le sentenze costituzionali hanno sul sistema economico e le politiche pubbliche.

I problemi posti dai principi costituzionali relativi all’economia – la cosiddetta Costituzione economica – sono da sempre al centro dell’attenzione degli studiosi e della Corte costituzionale. A maggior ragione lo sono negli ultimi anni, durante i quali ai giudizi sulla normale produzione legislativa si sono affiancati quelli sulle misure adottate sotto l’urgenza della crisi. Infatti, anche alcune decisioni di Palazzo della Consulta hanno attirato commenti e critiche per le loro implicazioni economiche. Solo per fare qualche esempio, basti pensare alla bocciatura da parte della Corte Costituzionale del blocco dell’indicizzazione delle pensioni contenuto nel decreto “Salva Italia” o alla sentenza che ha dichiarato illegittimo il contributo di solidarietà voluto dai governi di Monti e Berlusconi sulle rendite pensionistiche più alte.

Proprio per capire come prendono corpo le decisioni della Consulta e quali sono gli impatti che le sentenze costituzionali hanno sul sistema economico-finanziario e le politiche pubbliche, i Dipartimenti di Diritto privato e pubblico dell’Economia e di Economia e Finanza dell’Università Cattolica promuovono da settembre 2016 a gennaio 2017 il ciclo di incontri dal titolo “La Corte Costituzionale e l’Economia”.

La particolarità di questa iniziativa è duplice: ne sono protagonisti cinque giudici costituzionali – Marta Cartabia, Silvana Sciarra, Aldo Carosi, Giuliano Amato, Daria de Pretis -, i quali illustrano, a partire da casi significativi, come la Corte affronta simili questioni; i giudici discutono non solo con i giuristi, ma anche con gli economisti dell’Ateneo.

A dare il via al ciclo di incontri sarà Marta Cartabia, vicepresidente della Corte costituzionale, che mercoledì 28 settembre dialogherà con i docenti dell’Università Cattolica Vincenzo Ferrante e Dino Piero Giarda.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi