In Italia o all’estero, è la meta preferita per le vacanze, seguita dalle città d’arte. Nell’80% dei casi il soggiorno dura una settimana

di Cristina CONTI

È il mare la meta preferita dei milanesi per l’estate 2012. A dirlo un’indagine della Camera di Commercio di Milano, realizzata a giugno, sugli operatori del settore che operano nel capoluogo lombardo.

Europa, America e costa settentrionale dell’Africa le destinazioni più gettonate. Uno su quattro sceglie la Spagna, uno su dieci la Grecia. Bene anche Tunisia, Egitto, Croazia, Stati Uniti e Maldive. Piace anche l’idea di rimanere in Italia, scelta da uno su cinque. Chi decide di non lasciare la Lombardia, predilige Bormio e la Valtellina, oppure Ponte di Legno e la Valcamonica.

«Chi parte per le vacanze sceglie in prevalenza il mare, in Italia o all’estero, ma anche le città d’arte, in particolare Roma, Venezia e Firenze, rimanendo nella tradizione e contenendo i costi grazie all’assistenza personalizzata in agenzia – spiega Luigi Maderna, presidente della Fiavet Lombardia, associazione regionale delle agenzie di viaggio, aderente all’Unione del Commercio di Milano -. La Lombardia resta attrattiva anche in questi mesi grazie a montagne, laghi e città d’arte».

La vacanza dura in media una settimana (nell’80% dei casi) e si estende a due nel 15%. Sono soprattutto le coppie e le famiglie, invece, a scegliere il viaggio organizzato dall’agenzia, rispettivamente nel 45% e nel 35% dei casi, attratte dalla sicurezza e dalla precisione della pianificazione rispetto alla prenotazione fai-da-te on line.

La spesa media per l’estate 2012 si aggira intorno ai mille euro e si rileva un calo di circa il 10% rispetto alle vacanze dello scorso anno. Nove operatori su dieci, inoltre, confermano la tendenza al risparmio. E le soluzioni sono diverse: dalle formule last minute ai pacchetti tutto compreso, dalle offerte low cost alle tariffe agevolate per le famiglie, fino alle promozioni riservate ai bambini.

Tra i milanesi, comunque, non mancano quanti non sanno rinunciare alle vacanze di lusso. Nel 65% dei casi rimangono stabili: uno su venti, magari, decide di risparmiare su altro, ma non rinuncia al viaggio dei sogni anche in tempi di crisi. Rimangono abbastanza stabili anche le prenotazioni per i viaggi di nozze, agevolate anche dalla possibilità di fare la lista nozze direttamente presso l’agenzia di viaggi.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi