Si tratta di “Bella e Gustavo. Gli incontri che cambiano la vita”, di Zita Dazzi, che sarà presentato al Rifugio Caritas presso la Stazione Centrale

Gli homeless, i senzatetto, i barbùn sono i protagonisti di Bella e Gustavo, ultima fatica letteraria della giornalista di Repubblica Zita Dazzi. Il libro, che si ispira a un fatto di cronaca avvenuto un paio di anni fa a Milano – quando all’aggressione a un senzatetto si era contrapposta la spontanea e solidale reazione di un intero quartiere – racconta la storia di un vecchio homeless e del suo cane Bella e l’incontro con due ragazzi che cambierà il destino di tutti.

La presentazione del volume, mercoledì 7 maggio alle 18, sarà ospitata, non a caso, dal Rifugio Caritas di via Sammartini, centro di accoglienza per senza dimora, sorto là dove prestava la sua opera Fratel Ettore, uno dei simboli della Milano col cuore in mano. L’appuntamento servirà anche per conoscere e rendere “visibili” le tante storie che si celano dietro queste persone che popolano gli interstizi della città.

Intervengono, oltre all’autrice, l’attore Giacomo Poretti e Paolo Brivio, direttore di Scarp de Tenis (il mensile della strada). Roberto Penasa, venditore di Scarp de’ tenis, leggerà brani del libro, mentre Alessandro Zeca, anch’egli venditore di Scarp de’ tenis, racconterà la sua storia. Modera Gad Lerner

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi