Il Consiglio per gli affari economici della diocesi è un organismo composto da nove fedeli scelti dall’Arcivescovo tra gli esperti in ambito economico allo scopo di coadiuvarlo nell’amministrazione dei beni della diocesi e delle persone giuridiche a lui soggette.

Si tratta di una figura di garanzia prevista dall’ordinamento canonico.

Il Consiglio è presieduto dal Vicario episcopale per gli Affari generali e Moderator Curiae, come delegato dell’Arcivescovo ed ha lo stesso Segretario del Collegio dei Consultori, per garantire il migliore raccordo tra i due organismi.

Sono invitati a partecipare alle sedute del Consiglio per gli affari economico, pur senza farne parte, l’Economo diocesano, il Responsabile dell’Ufficio amministrativo diocesano e l’Avvocato generale. Quando vengono trattate questioni di sua competenza è invitato a presenziare anche il Responsabile dell’Ufficio Enti.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi