Milano ospita uno degli eventi della manifestazione “Dieci Piazze per Dieci Comandamenti”, promossa da Rinnovamento nello Spirito Santo e dal Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova evangelizzazione. Intervento dell’Arcivescovo su “Ricordati di santificare le feste”, videomessaggio di Papa Francesco

Dieci piazze per Dieci Comandamenti

Riparte da Milano la “maratona” di evangelizzazione “Dieci Piazze per Dieci Comandamenti”, evento nazionale promosso dal Rinnovamento nello Spirito Santo (RnS) in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova evangelizzazione. L’iniziativa, inaugurata nel 2012 in occasione del 40° anniversario della fondazione del Movimento in Italia e alla vigilia del Sinodo sulla Nuova evangelizzazione indetto da Benedetto XVI, gode del placet della Conferenza episcopale italiana. Le prime tappe, celebrate a Roma, Napoli e Verona nei sabati 8 e 15 settembre 2012, hanno visto accorrere circa 50 mila persone nelle splendide cornici di alcune delle più belle agorà italiane: piazza del Popolo, piazza del Plebiscito e piazza dei Signori.

Ma cosa vuol dire portare in giro per l’Italia le tavole della legge? L’idea è quella di realizzare un momento di festa, di coinvolgimento popolare e di testimonianza di fede allo stesso tempo, in un momento storico di smarrimento spirituale, di disagio economico e sociale. È il Paese che richiede gesti di responsabilità e di amore verso le nuove generazioni: in questo senso, per il RnS “rileggere” i Dieci Comandamenti vuol dire ritrovare il senso del vivere comune e la misura buona delle cose attraverso quello che può considerarsi una sorta di “codice etico”, un fondamento morale comune alla maggior parte delle legislazioni e costituzioni democratiche vigenti.

Il tema generale dell’iniziativa, che vede la realizzazione di eventi dedicati ai singoli Comandamenti in undici città d’Italia, è “Quando l’amore dà senso alla tua vita”: rappresenta la sintesi creativa del Comandamento dell’Amore ed esprime il desiderio che la dimensione spirituale dell’uomo, osteggiata dal materialismo e dall’ateismo correnti, conosca nuove promozioni e più ampie espressioni, perché possano essere colmati i “deserti esteriori” della vita individuale, familiare e collettiva alla luce dei Dieci Comandamenti.

Dopo gli eventi di popolo che hanno avuto al centro confronti e riflessioni profondi sul prologo del Comandamento “Io sono il Signore Dio tuo” a Roma, su “Onora il padre e la madre” a Napoli e su “Non nominare il nome di Dio invano” a Verona, Milano accoglie un evento che ruoterà attorno al Comandamento “Ricordati di santificare le feste”. L’appuntamento è per sabato 8 giugno, a partire dalle 20.30, in piazza del Duomo, luogo simbolo della città.

Per “rileggere” e “attualizzare” il terzo Comandamento, non si vuole fare riferimento soltanto alla festa in senso cristiano, ma l’intenzione è quella di suscitare una riflessione sulla riscoperta del valore delle memorie sociali, delle tradizioni, della necessità di dare qualità al tempo, alle relazioni umane e sociali, alla trasmissione degli ideali e dei valori in famiglia, alla capacità di condividere momenti e risorse umane e materiali, all’equilibrio tra riposo e lavoro, in armonia con se stessi, con il creato, con l’ambiente in cui si vive. Tutto questo in una serata di spettacolo in cui la danza, la musica, la lettura di brani letterari interpretati da attori famosi, le testimonianze, saranno sviluppo creativo del messaggio che il cardinale Angelo Scola, Arcivescovo di Milano, porterà ai presenti in piazza, insieme al saluto che il sindaco Giuliano Pisapia vorrà lasciare alla città. Su tutti, il momento più atteso della serata sarà lo speciale video messaggio che Papa Francesco ha voluto registrare e indirizzare alle piazze italiane e che verrà proiettato in anteprima a Milano.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi