Sostiene la preghiera durante gli itinerari di preparazione al matrimonio e costituisce un segno di comunione nella Diocesi: è l’« Icona dei fidanzati»


Redazione

foto 160805

Benedetta dall’Arcivescovo, il 22 maggio, in occasione dell’incontro del Cardinale con i fidanzati, l’Icona del Cantico dei cantici (82×115), è stata scritta e commentata dalla Fraternità della Luce (Lissone). M. Grazia e Silvano Radaelli, che hanno preparato l’icona accompagnati dalla preghiera dei fidanzati, ne hanno spiegato in Duomo il significato, che vuole essere un commento e una meditazione sulle parole finali del Cantico (8,6-7), nelle quali l’amore è presentato come «una fiamma del Signore» e un « sigillo» che l’amato e l’amata si scambiano.
Con il suo valore spirituale-simbolico, l’icona potrà aiutare ad approfondire il messaggio biblico sull’amore umano e potrà sostenere il cammino spirituale.
Esemplari dell’icona sono a disposizione presso la libreria «In dialogo» (tel. 0258391348; e-mail: libreria@indialogo.it) per i singoli e le parrocchie.
Un libretto aiuta la lettura e la meditazione del messaggio spirituale dell’icona

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi