Il Pontificio istituto ambrosiano di musica sacra ha rinvenuto e restaurato sei rarissimi esemplari per lo studio del canto ambrosiano


Redazione

Presso il Pontificio istituto ambrosiano di musica sacra (Piams), che ha sede in viale Gorizia 5 a Milano, sono stati ritrovati e restaurati sei rarissimi dischi per lo studio del canto ambrosiano, accompagnati da accurate note introduttive; erano stati incisi negli anni 1936 e 1937 dal Coro ambrosiano diretto dal maestro Marziano Perosi, maestro di cappella del Duomo di Milano.
A ottant’anni dalla fondazione della Scuola superiore di canto ambrosiano e di musica sacra da parte del cardinale Schuster (1931) e a settanta dalla nascita del Piams che succedette alla Scuola, quella avvenuta rappresenta una scoperta di assoluto rilievo, perché costituisce la più antica testimonianza ufficiale e pubblica di canto ambrosiano fissata su disco.
I risultati della ricerca e del restauro audio sono stati presentati al VII Incontro biennale internazionale sul restauro audio organizzato dal Dams Musica dell’Università di Udine (sede di Gorizia) e dal Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine e dedicato a “Fonti della musica sacra: testi e incisioni discografiche”.
Il riversamento conservativo e il restauro audio documentario sono stati resi possibili dal sostegno di Bpm – Banca Popolare di Milano e del Fondo “Mons. Giacomo Marelli”. Il progetto si è avvalso della collaborazione dello “Studium Generale Ambrosianum” per documentare e ricostruire con adeguata precisione i contorni storici e lo sviluppo dell’iniziativa; inoltre, una approfondita indagine d’archivio è stata eseguita a cura del professor Giordano Monzio Compagnoni. Presso il Pontificio istituto ambrosiano di musica sacra (Piams), che ha sede in viale Gorizia 5 a Milano, sono stati ritrovati e restaurati sei rarissimi dischi per lo studio del canto ambrosiano, accompagnati da accurate note introduttive; erano stati incisi negli anni 1936 e 1937 dal Coro ambrosiano diretto dal maestro Marziano Perosi, maestro di cappella del Duomo di Milano.A ottant’anni dalla fondazione della Scuola superiore di canto ambrosiano e di musica sacra da parte del cardinale Schuster (1931) e a settanta dalla nascita del Piams che succedette alla Scuola, quella avvenuta rappresenta una scoperta di assoluto rilievo, perché costituisce la più antica testimonianza ufficiale e pubblica di canto ambrosiano fissata su disco.I risultati della ricerca e del restauro audio sono stati presentati al VII Incontro biennale internazionale sul restauro audio organizzato dal Dams Musica dell’Università di Udine (sede di Gorizia) e dal Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine e dedicato a “Fonti della musica sacra: testi e incisioni discografiche”.Il riversamento conservativo e il restauro audio documentario sono stati resi possibili dal sostegno di Bpm – Banca Popolare di Milano e del Fondo “Mons. Giacomo Marelli”. Il progetto si è avvalso della collaborazione dello “Studium Generale Ambrosianum” per documentare e ricostruire con adeguata precisione i contorni storici e lo sviluppo dell’iniziativa; inoltre, una approfondita indagine d’archivio è stata eseguita a cura del professor Giordano Monzio Compagnoni.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi