A San Simpliciano incontri al lunedì a partire dal 19 ottobre


Redazione

La parrocchia di San Simpliciano (Milano) organizza il primo ciclo di catechesi dell’anno pastorale 2009-2010 tenuto dal parroco, monsignor Giuseppe Angelini (professore di Teologia morale presso la Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale e già preside della stessa Facoltà), che tratterà il tema “La sfida educativa”. Gli incontri si terranno al lunedì, dalle 21 alle 22.30, a partire dal 19 ottobre, presso la Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale (via dei Chiostri 6, dietro la basilica di San Simpliciano). Dopo un “disegno sintetico” sulla sfida educativa, le serate che seguiranno riguarderanno le difficoltà della famiglia (26 ottobre), la scuola e il “pedagogismo” (2 novembre); ci sarà poi una ripresa dei principi: momento psicologico e momento culturale dell’educazione (9 novembre) e, infine, compito religioso: competenza umana e fede (16 novembre).
«L’educazione è diventata un compito assai arduo nelle società occidentali; prima ancora che arduo da realizzare, arduo da definire. Essa assume in tal senso la fisionomia di una sfida, o di un’emergenza», anticipa monsignor Angelini.
La sfida educativa è anche il titolo del rapporto sulla educazione recentemente pubblicato dal Comitato per il progetto culturale della Cei presieduto dal cardinale Camillo Ruini (Laterza 2009); la formula “emergenza educativa” risuona, tra l’altro, con insistenza a margine della decisione presa dalla Assemblea della Cei del maggio scorso di fare dell’educazione il tema degli orientamenti pastorali per il prossimo decennio 2010-2020.
«La Chiesa ha fatto molto e molto fa fino a oggi per l’educazione religiosa e morale delle nuove generazioni, riesce tuttavia ad incidere poco sulla istruzione del problema educativo a livello sociale – riconosce monsignor Angelini -; poco riesce anche ad aiutare la responsabilità dei genitori. A tal fine sarebbe necessario un supplemento di riflessione sul tema dell’educazione nella presente congiuntura civile. È appunto quello che cerchiamo di fare anche con il presente ciclo di incontri».
A questo ciclo di catechesi seguiranno nel corso dell’anno altri due cicli e incontri di meditazione durante i periodi di Avvento e Quaresima, ugualmente tenuti da monsignor Angelini, che si terranno sempre nelle sere di lunedì (dalle 21). L’esperienza degli scorsi anni ha evidenziato che molti sono i partecipanti, provenienti anche da altre parrocchie. La parrocchia di San Simpliciano (Milano) organizza il primo ciclo di catechesi dell’anno pastorale 2009-2010 tenuto dal parroco, monsignor Giuseppe Angelini (professore di Teologia morale presso la Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale e già preside della stessa Facoltà), che tratterà il tema “La sfida educativa”. Gli incontri si terranno al lunedì, dalle 21 alle 22.30, a partire dal 19 ottobre, presso la Facoltà teologica dell’Italia Settentrionale (via dei Chiostri 6, dietro la basilica di San Simpliciano). Dopo un “disegno sintetico” sulla sfida educativa, le serate che seguiranno riguarderanno le difficoltà della famiglia (26 ottobre), la scuola e il “pedagogismo” (2 novembre); ci sarà poi una ripresa dei principi: momento psicologico e momento culturale dell’educazione (9 novembre) e, infine, compito religioso: competenza umana e fede (16 novembre).«L’educazione è diventata un compito assai arduo nelle società occidentali; prima ancora che arduo da realizzare, arduo da definire. Essa assume in tal senso la fisionomia di una sfida, o di un’emergenza», anticipa monsignor Angelini.La sfida educativa è anche il titolo del rapporto sulla educazione recentemente pubblicato dal Comitato per il progetto culturale della Cei presieduto dal cardinale Camillo Ruini (Laterza 2009); la formula “emergenza educativa” risuona, tra l’altro, con insistenza a margine della decisione presa dalla Assemblea della Cei del maggio scorso di fare dell’educazione il tema degli orientamenti pastorali per il prossimo decennio 2010-2020.«La Chiesa ha fatto molto e molto fa fino a oggi per l’educazione religiosa e morale delle nuove generazioni, riesce tuttavia ad incidere poco sulla istruzione del problema educativo a livello sociale – riconosce monsignor Angelini -; poco riesce anche ad aiutare la responsabilità dei genitori. A tal fine sarebbe necessario un supplemento di riflessione sul tema dell’educazione nella presente congiuntura civile. È appunto quello che cerchiamo di fare anche con il presente ciclo di incontri».A questo ciclo di catechesi seguiranno nel corso dell’anno altri due cicli e incontri di meditazione durante i periodi di Avvento e Quaresima, ugualmente tenuti da monsignor Angelini, che si terranno sempre nelle sere di lunedì (dalle 21). L’esperienza degli scorsi anni ha evidenziato che molti sono i partecipanti, provenienti anche da altre parrocchie.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi