Come costruire un itinerario di fede? Questo l'obiettivo dell'iniziativa che partirà con il primo incontro sabato 28 novembre, dalle 15 alle 18, al Seminario di Seveso


Redazione

Da dove partire per costruire un itinerario di fede per i preadolescenti? Quali gli elementi fondamentali da tenere in considerazione quando si ha a che fare con i preadolescenti? Quali, invece, le condizioni preliminari per una feconda progettualità educativa?
“Il bandolo della matassa” è il titolo dell’Osservatorio preadolescenti rivolto a tutti gli educatori preadolescenti che operano negli oratori della Diocesi. L’Osservatorio intende fornire strumenti utili per il confronto, con l’aiuto di esperti e la condivisione di esperienze utili per la strutturazione del percorso formativo di fede dei preadolescenti in oratorio.
Dopo un momento di ascolto dedicato a una lettura “fotografica” della realtà, i partecipanti saranno coinvolti nei lavori di gruppo, dove sarà messa a tema l’interazione dei preadolescenti con gli educatori dell’oratorio, la famiglia e le altre figure educative.
Fra il primo (28 novembre) e il secondo incontro (13 febbraio 2010) si continuerà a lavorare su due fronti, a livello diocesano e a livello locale, per individuare la “trama” e le linee portanti a partire dalle quali progettare nuovi percorsi e nuove prospettive educative. In particolare nel primo incontro ci si chiederà: “Chi sono i preadolescenti? Per chi costruisco un itinerario umano e di fede? Conosco davvero questa fascia d’età?”. L’obiettivo è quello di offrire uno strumento di lettura con cui i partecipanti si possano “esercitare” a osservare la realtà dei preadolescenti con cui vivono la relazione educativa in oratorio.
Per partecipare è necessario segnalare la propria presenza scrivendo a pg_fom@diocesi.milano.it o chiamando allo 02.58391356. Da dove partire per costruire un itinerario di fede per i preadolescenti? Quali gli elementi fondamentali da tenere in considerazione quando si ha a che fare con i preadolescenti? Quali, invece, le condizioni preliminari per una feconda progettualità educativa?“Il bandolo della matassa” è il titolo dell’Osservatorio preadolescenti rivolto a tutti gli educatori preadolescenti che operano negli oratori della Diocesi. L’Osservatorio intende fornire strumenti utili per il confronto, con l’aiuto di esperti e la condivisione di esperienze utili per la strutturazione del percorso formativo di fede dei preadolescenti in oratorio.Dopo un momento di ascolto dedicato a una lettura “fotografica” della realtà, i partecipanti saranno coinvolti nei lavori di gruppo, dove sarà messa a tema l’interazione dei preadolescenti con gli educatori dell’oratorio, la famiglia e le altre figure educative.Fra il primo (28 novembre) e il secondo incontro (13 febbraio 2010) si continuerà a lavorare su due fronti, a livello diocesano e a livello locale, per individuare la “trama” e le linee portanti a partire dalle quali progettare nuovi percorsi e nuove prospettive educative. In particolare nel primo incontro ci si chiederà: “Chi sono i preadolescenti? Per chi costruisco un itinerario umano e di fede? Conosco davvero questa fascia d’età?”. L’obiettivo è quello di offrire uno strumento di lettura con cui i partecipanti si possano “esercitare” a osservare la realtà dei preadolescenti con cui vivono la relazione educativa in oratorio.Per partecipare è necessario segnalare la propria presenza scrivendo a pg_fom@diocesi.milano.it o chiamando allo 02.58391356. Primo incontro, sabato 28 novembre – ore 15: arrivi e accoglienzaore 15.15: inizio e introduzione ai lavoriore 15.30: relazione narrativaore 16.10: coffee breakore 16.40: lavoro a gruppi- educatori nella catechesi- altre figure educative- famigliaore 17.30: restituzione in plenaria delle sintesi dei lavori di gruppoore 17.45: preghieraore 18: conclusioni

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi