Disegni a cura di Virna Maria Paghini

36-5dPentecoste

In questa quinta Domenica dopo Pentecoste, Gesù, attraverso la pagina del Vangelo di Giovanni, ci parla del coraggio di credere in Lui e in colui che l’ha mandato cioè Dio Padre. Gesù dice di essere la nostra luce: “ Ancora per poco tempo la luce è tra voi. Camminate mentre avete la luce perché le tenebre non vi sorprendano; chi cammina nelle tenebre non sa dove va. Mentre avete la luce, credete nella luce, per diventare figli della luce “. Gesù si rammarica perché, nonostante i grandi segni compiuti, la sua gente non si dichiarava credente per paura dei farisei, amavano infatti la gloria degli uomini più che la gloria di Dio. Gesù allora fa una specie di riassunto del suo insegnamento ed esclama che chi crede e vede lui, vede e crede in colui che l’ha mandato. Gesù ripete che è venuto nel mondo come luce, ripete che non è venuto nel mondo per condannare, ma per salvare il mondo, chi non ascolta le sue parole, ha chi lo condanna perché ha parlato in nome del Padre che lo ha mandato. Gesù conclude dicendo ; “ Le cose che io dico, le dico così come il Padre le ha dette a me “. Il comandamento di Dio Padre è vita eterna !

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi