Tutti gli eventi
Link: https://www.chiesadimilano.it/eventi/lunedi-insieme-vivere-la-disabilita-con-gioia-la-testimonianza-di-enrico-craighero

«Lunedì insieme» – Vivere la disabilità con gioia: la testimonianza di Enrico Craighero

  13 Maggio 2024
All Day
Milano
Organizzatore: Parrocchia di S. Francesco d'Assisi al Fopponino, Santa Maria Segreta e Gesù Buon Pastore e S. Matteo
luogo: Teatro parrocchiale di Gesù Buon Pastore
«Lunedì insieme» - Vivere la disabilità con gioia: la testimonianza di Enrico Craighero

Lunedì 13 maggio alle 20,45, presso il Teatro della Parrocchia di Gesù Buon Pastore a Milano, nuovo appuntamento del ciclo “I Lunedì Insieme” dedicato questa volta al tema della disabilità, con la testimonianza di Enrico Craighero.

Cosa succede quando la vita ci riserva delle grandi difficoltà? Come fare per accettarle? A chi possiamo affidarci per affrontare sfide difficili che non avevamo programmato e che forse pensiamo di non riuscire a sopportare? Per il quarto incontro de “I Lunedì insieme” dedicato alle fragilità ascolteremo la testimonianza di Enrico Craighero che, con il suo linguaggio diretto e mai retorico, ci racconterà la testimonianza di chi ha vissuto e vive con grande forza e gioia l’arrivo in famiglia di due figli non autosufficienti e che hanno posto (e pongono a noi) domande su come vivere positivamente le sfide della vita sapendo, che come dice lo stesso Craighero, “siamo tutti dotati di un destino buono, per cui vale sempre fare il cammino”

Enrico Craighero, 71 anni, Ingegnere in pensione, marito di Angela e padre di tre figli, tra cui Paolo e Daniele, due gemelli disabili che 40 anni fa hanno cambiato le loro vite.
La fatica iniziale e la tentazione di arrendersi hanno lasciato il posto alla gioia di accudire, all’affetto genitoriale e al desiderio di crescere insieme a loro con il pensiero costante di “chi penserà a loro, dopo di noi?”. Una vita piena, dove vedere un obiettivo più alto e avere amicizie sincere diventano pilastri fondamentali per poter andare avanti.
Oggi Enrico e Angela portano la loro testimonianza di accettazione della malattia, del loro ruolo di genitori molto diverso da come lo avevano immaginato e della gioia che provano nell’aiuto verso i loro figli.

Altri eventi