Sante Perpetua e Felicita (e compagni), martiri III sec.

 

Durante la persecuzione di Settimio Severo, probabilmente il 7 marzo 203, morirono a Cartagine, nel Nord Africa, Perpetua, Felicita e altri quattro compagni. La passio di Perpetua e Felicita è fra i racconti più commoventi dell’antichità cristiana, perché ci fa conoscere, oltre alla loro altissima confessione di fede, i profondi rapporti di fraternità che esistevano fra i cristiani.

Perpetua, ventiduenne, di famiglia nobile, era sposata e aveva un bambino ancora lattante che teneva con sé in carcere. I suoi familiari erano cristiani, tranne il padre che tentò di tutto per convincerla ad abiurare.

Felicita, ancella di Perpetua, si trovava all’ottavo mese di gravidanza. Fra le due donne, la sintonia era perfetta, perché la fede cristiana le aveva rese più che sorelle. La legge di allora proibiva di esporre nell’arena, al supplizio, le donne incinte. Felicita però, tre giorni prima del martirio dei compagni, diede alla luce una bambina. Mentre si lamentava nelle doglie del parto, i carcerieri le dissero: “Ti lamenti ora, e quando dovrai subire i tormenti del martirio, cosa farai?”. Felicita rispose: “Ora sono io a soffrire, là ci sarà un Altro in me, che soffrirà per me, poiché io patisco per lui”.

Il giorno del martirio, nell’anfiteatro, Perpetua incoraggiava i suoi compagni contrapponendo alle urla della folla il canto dei salmi. Le due donne furono attaccate dalle cornate di una mucca infuriata e conclusero il martirio con la iugulazione. Il racconto del martirio di Perpetua e Felicita, per la sua singolarità, si è diffuso come una delle glorie del Nord Africa. Il loro culto si è esteso al di là della tradizione latina, anche nella Chiesa greca e nella Chiesa siriana. I loro nomi furono inseriti nella preghiera del canone romano. Il calendario romano ne celebra la memoria il 7 marzo.

 
 

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi