Al Pime di Milano la Fiera del commercio equo. Tra le novità, lo spettacolo teatrale «Bilal», la presenza del candidato al Nobel per la pace padre Solalinde, la marcia solidale di «Marziani inside»

Padre Alejandro Solalinde

«Tuttaunaltrafesta» torna anche quest’anno per dare spazio al mondo del commercio equo e solidale, da venerdì 19 a domenica 21 maggio nei giardini del Pime (via Mosé Bianchi 94, Milano). La manifestazione, da 18 anni organizzata dai missionari del Pime, è a ingresso libero e propone, oltre agli stand del commercio equo, concerti, spettacoli, eventi, laboratori e animazioni per bambini e adulti (Facebook e Tuttaunaltrafesta.it).

Lo spettacolo

Momento centrale della prima giornata sarà lo spettacolo Bilal-nessun viaggiatore è straniero, proposto in due rappresentazioni: alla mattina alle 10.15 per i ragazzi delle scuole superiori e alle 21 per tutti. Prodotto da EgumTeatro con Leonardo Capuano e la regia di Annalisa Bianco, lo spettacolo è tratto dal libro Bilal-Viaggiare, lavorare, morire da clandestini (Bur) del giornalista Fabrizio Gatti. Bilal è il racconto di “uno di noi” che mette la sua vita in pericolo travestendosi da “straniero”, recitando una parte, per capire le motivazioni di chi prende la via delle migrazioni. È la storia di uomini e donne in fuga dalla miseria, che con ogni mezzo cercano di difendere la loro dignità, i loro corpi torturati, le loro intelligenze umiliate, le loro ambizioni negate con ferocia. Lo spettacolo sarà preceduto dalle testimonianze di produttori del commercio equo, etico e solidale che con un contributo video racconteranno la ricaduta positiva dei loro progetti come risposta alle povertà che spingono a migrare.

L’incontro con padre Solalinde

Tra gli ospiti della Fiera quest’anno spicca il nome di padre Alejandro Solalinde, religioso messicano, candidato al Premio Nobel per la pace 2017 per le sue battaglie contro i narcos. Padre Alejandro dirige il rifugio Hermanos en el camino di Ixoetec, nel Oaxaca, ed è nel mirino del crimine organizzato per le sue denunce contro gli abusi su migranti, donne e bambini in un contesto che il progetto di estendere il muro sul confine rende ancora più drammatico. Padre Solalinde è stato anche tra i primi a rivelare la verità sui 43 studenti scomparsi nel 2014 a Iguala dopo una protesta contro i legami tra crimine organizzato e politica. Sarà presente alla Fiera domenica 21 maggio e presenterà il libro scritto con Lucia Capuzzi, I narcos mi vogliono morto (Emi editrice).

In cammino e di corsa

Domenica 21 Tuttaunaltrafesta sarà il punto di arrivo di una manifestazione podistica, una corsa e una camminata, organizzate dal gruppo milanese di runner solidali «Marziani Inside» che in questa occasione correranno a sostegno dei progetti del Pime. I Marziani e tutti i partecipanti alla corsa saranno “griffati” con il logo di Run4Dignity, la campagna solidale e social che si dedica a raccogliere scarpe da corsa usate e non a sostegno dei missionari nel mondo.

Gli stand

Ricca come di consueto la presenza di realtà che vanno dal commercio equo e solidale all’artigianato con valenza sociale, dai prodotti dei monasteri alle associazioni e alle cooperative sociali. Tra le novità segnaliamo la forte presenza dei progetti di critical fashion & beauty di maker e hobbiste al femminile con materiali di recupero e non, che spaziano dall’illustrazione applicata alla sartoria creativa, dagli abiti per bambini certificati bio agli accessori cruelty free ricavati dal matelassé o da camere d’aria e copertoni fino all’Hair Kitchen Social Club dell’eco-parrucchiere Rella Toska. Il laboratorio per artigiani digitali Yatta!Fai da noi presenterà i suoi progetti di formazione per adulti e bambini.

Musica, approfondimenti e laboratori

Il palinsesto di quest’anno sarà molto vario e articolato, tra testimonianze, incontri e approfondimenti dal mondo della solidarietà, del terzo settore e delle missioni. Non mancheranno eventi musicali e laboratori per adulti e bambini. Tra le novità in particolare, una postazione per il tiro con l’arco, in collaborazione con Tas-Tourism’s Archery Service e i workshop e le dimostrazioni con stampante 3d e plotter da taglio a cura di Yatta!Fai da noi. Sabato 20 maggio la scuola di musica Cluster presenta Io canto per il mondo, cori in concerto a sostegno di un progetto del Pime in Cambogia; domenica si esibiranno invece finalisti del quinto Chorus Contest a carattere interreligioso a cura dell’associazione culturale La Mangrovia.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Informazioni sui cookie


I Cookie sono porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell'erogazione del servizio .
Questo sito utilizza soltanto cookie tecnici, che hanno la funzione di permettere lo svolgimento di attività strettamente legate al suo funzionamento: Questi cookie non necessitano del preventivo consenso dell'Utente per essere installati ed utilizzati. In ogni caso l'Utente ha la possibilità di rifiutare i cookies modificando le impostazioni del browser. Per altre informazioni vai alla pagina informazioni legali di questo sito. Vedi il provvedimento del Garante

Chiudi