«Anche quest’anno sarà un successo per tutti»: don questo slogan, riconfermato, si ripropone il concorso nazionale del Sovvenire. Diverse le comunità ambrosiane partecipanti

di Massimo PAVANELLO
Incaricato diocesano Sovvenire

TuttiXTutti

«Anche quest’anno sarà un successo per tutti». Con questo slogan, riconfermato, si ripropone il concorso nazionale del Sovvenire.

Le comunità parrocchiali ambrosiane che partecipano al bando, ogni anno, sono circa una dozzina, anche se si auspica un incremento. Qualcuna, tra i premiati, c’è sempre. Come è accaduto, per esempio, a quella di San Simpliciano a Milano: il progetto «Dalla strada alla comunità» ha ottenuto 10 mila euro di premio. Oppure a quella di S. Filippo Neri a Milano, che con «Insieme siamo un dono» si è vista riconoscere 1000 euro. O alla parrocchia dei Santi Pietro e Paolo di Saronno, che ha ricevuto 4.000 euro per la creazione di un «Fondo cittadino di solidarietà».

Ma ecco le novità di questa edizione.

«La prima – fanno sapere dal Servizio nazionale – è la data di inizio di Tuttixtutti: si svolgerà dal 1° febbraio al 31 maggio 2018, incominciando un mese prima rispetto al passato per dare alle parrocchie la possibilità di organizzarsi meglio e avere più tempo a disposizione per pensare ad un progetto di qualità e ad un incontro con un certo numero di partecipanti».

Le parrocchie, infatti, come lo scorso anno, sono chiamate a ideare un progetto di utilità sociale per la propria comunità e ad organizzare un incontro formativo per spiegare ai propri parrocchiani come funziona il sistema di sostegno economico alla Chiesa. L’ottica dovrà essere quella della promozione, partecipazione, trasparenza, corresponsabilità, solidarietà. Presentando esattamente i valori espressi nel documento «Sovvenire alle necessità della Chiesa» approvato dalla Cei nel 1988, con l’apporto competente del vescovo milanese – scomparso recentemente – monsignor Attilio Nicora.

Se oggi il rapporto Chiesa-denaro, e argomenti come l’uso delle risorse per l’azione evangelizzatrice, non sono più un tabù per l’opinione pubblica interna ed esterna, lo si deve anche al cammino percorso in questi trent’anni.

«Per concorrere – continuano da Roma – le parrocchie dovranno iscriversi online su www.tuttixtutti.it, presentare una pianificazione dettagliata del progetto che intendono realizzare e organizzare l’incontro formativo seguendo le indicazioni fornite su www.sovvenire.it/incontriformativi ».

Potranno aspirare, così, alla vincita di un premio – per la realizzazione del proprio progetto – che va da 1.000 fino 15.000 euro, e potranno anche ricevere un piccolo contributo per l’incontro formativo, se organizzato seguendo le istruzioni fornite.

È possibile iscriversi a TuttixTutti, e partecipare al bando nazionale, anche con un incontro formativo già organizzato nel passato, purché sia stato realizzato dopo il 1° giugno 2017 e sia stato già rendicontato, e ritenuto valido per l’erogazione del contributo dal Servizio Promozione Sostegno Economico della Cei.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi