La seconda edizione della Fiera internazionale di editoria si svolgerà nella sede milanese di Fieramilanocity. Oltre 650 gli appuntamenti previsti con 900 ospiti. Qualificata la presenza della Diocesi. Tra gli altri interverrà l'Arcivescovo monsignor Delpini per ricordare la figura di papa Paolo VI.

Tdl18

Racconti tra cui perdersi, personaggi dai quali farsi condurre, suggestioni su cui riflettere e un’idea forte di cultura divertente e festosa: «Tempo di Libri» torna a Milano spostando il luogo (Fieramilanocity, nel cuore della città, con i 35 mila metri quadrati dei padiglioni 3 e 4), le date (da giovedì 8 a lunedì 12 marzo; www.tempodilibri.it ), allungando gli orari, estesi in modo da coprire anche la fascia serale, e con un nuovo direttore, Andrea Kerbaker. Organizzata da «La Fabbrica del Libro» (società costituita da Aie – Associazione italiana editori e Fiera Milano, rappresentati rispettivamente da Ricardo Franco Levi e Solly Cohen) nell’ambito di Milano Città creativa Unesco per la Letteratura, la Fiera internazionale dell’editoria aprirà le porte guidando i suoi visitatori attraverso cinque sentieri tematici, uno per ogni giornata: Donne (giovedì 8 marzo, ore 10-20), Ribellione (venerdì 9, ore 10-22), Milano (sabato 10, 10-22), Libri e immagine (domenica 11, ore 10-22), Mondo digitale (lunedì 12, ore 10-18).

Cinque giornate dense, precedute la sera del giorno 7 da Incipit, una festa inaugurale durante la quale gli studenti universitari leggeranno centinaia di prime frasi di romanzi famosi. A partire dal giorno successivo saranno oltre 650 gli appuntamenti previsti, con 900 ospiti. Ricca l’offerta di incontri a tema religioso. Tra gli altri, segnaliamo quelli che vedono impegnati esponenti della Chiesa ambrosiana.

Sabato 10 marzo sono previsti tre appuntamenti. Il primo alle 10.30 (Sala Amber 3) «Cristiani e musulmani: fede e libertà dentro la città plurale» con il cardinale Angelo Scola, arcivescovo emerito di Milano, e Adnane Mokrani, del Pontificio Istituto di studi arabi e islamistica; modera Rolla Scolari, direttrice di Oasis. Provocati prima dalle rivolte del 2011 e poi dall’ascesa del fondamentalismo violento, le istituzioni islamiche e intellettuali musulmane hanno avviato un’inedita riflessione sul rapporto tra fede e libertà. Il numero 26 della rivista Oasis intitolato «Musulmani, fede e libertà» presenta i protagonisti di questo dibattito e le loro posizioni, anche nel confronto con l’Occidente e dentro le nostre città. Il tema della libertà è come un fiume sotterraneo che attraversa l’islam da più di un secolo: oggi è oscurato dalla minaccia del terrorismo, ma ha cominciato a riemergere con forza e lo farà ancor più nei prossimi anni.

Il secondo alle 14 (Sala Amber 1) «Ricordo di Paolo VI» con monsignor Mario Delpini, arcivescovo di Milano, e Giselda Adornato, scrittrice e consultore storico della Congregazione per le cause dei santi; modera Alessandro Zaccuri, scrittore e giornalista di Avvenire. In dialogo con la dottoressa Adornato, monsignor Mario Delpini ricorda Paolo VI, suo predecessore come Arcivescovo di Milano, nel 40° anniversario della morte alla vigilia della sua canonizzazione. Cosa ha lasciato l’episcopato di Montini alla città e alla Chiesa ambrosiana? Quale insegnamenti il futuro papa Paolo VI ha tratto dall’esperienza milanese? Questi i temi al centro dell’incontro.

Il terzo alle 20 (Sala Amber 5) «Milano e le sue comunità multietniche» con monsignor Luca Bressan, vicario episcopale della Diocesi di Milano, e Gabriele Rabaiotti, urbanista e assessore ai Lavori pubblici e casa del Comune di Milano; modera Annamaria Braccini, giornalista e conduttrice de La Chiesa nella città (in onda su Chiesa Tv e Telenova). Il capoluogo lombardo è oggi una metropoli dai mille volti, un caleidoscopio di etnie, culture, realtà sociali diverse. Monsignor Luca Bressan, vicario episcopale, incontra il pubblico proprio nel giorno dedicato alla città, per parlare della sua storia e delle comunità che ne fanno parte.

Il giorno prima, venerdì 9 marzo, alle 19 (Sala Amber 1) «Rivoluzione e fede» con monsignor Paolo Martinelli, vescovo ausiliare di Milano e Gianni Riotta, editorialista de La Stampa e founder @Catchy. A Tempo di libri sono di scena le ribellioni: politiche, nate in seno alle comunità sociali, e spirituali, originate nella sfera più intima e personale di sé. Gianni Riotta, giornalista, ne parla con il vescovo ausiliare di Milano Paolo Martinelli. Modera Cesare Martinetti, direttore di Origami.

Domenica 11 marzo alle 10.30 (Sala Amber 3) «I 90 anni della Rivista del Cinematografo» con monsignor Davide Milani, direttore della rivista, e Steve Della Casa, critico cinematografico e direttore artistico. Il 2018 è un anno ricco di ricorrenze importanti: tra queste non dimentichiamo il compleanno della Rivista del Cinematografo che, nata nel 1928, è giunta al novantesimo anno di attività. La Fiera celebra la più antica rivista di critica cinematografica in Italia, edita da Fondazione Ente dello Spettacolo.

In Fiera sarà presente anche lo stand dell’Uelci, l’Unione degli editori cattolici (Pad 3 E58). In questo ambito saranno presentati alcuni volumi della casa editrice della Diocesi.

Venerdì 9 marzo alle 11 Una Parola che cura il dolore (Centro ambrosiano) con l’autrice Paola Resta e la giornalista Rosangela Vegetti. In cammino con la Parola di Dio nell’esperienza del dolore: le pagine del Vangelo, lette e meditate dalla suora Cappuccina di Madre Rubatto secondo il metodo della lectio divina, svelano la vicinanza e la consolazione che il Signore offre a chi sta vivendo momenti di sofferenza e si domanda come resistere.

Alle 17 Adolescenti e sguardi proibiti (In dialogo) con l’autrice Sara Materese e Luciano Moia di Avvenire. Gli adolescenti e la pornografia: come capire le insidie e i pericoli che si nascondono dietro certi comportamenti e atteggiamenti? Come gestire il proprio corpo e i segnali più forti della sessualità che emergono nell’età dell’adolescenza? Uno sguardo educativo e insieme culturale.

Sabato 10 marzo alle 12 Ritorno alla Terra (In dialogo) con gli autori Duccio Demetrio e Lidia Maggi e Alessandro Zaccuri di Avvenire. Un inedito viaggio che, alla luce dell’enciclica di papa Francesco Laudato si’, ci porta al cuore della Terra, madre di ogni vivente, luogo di relazioni e di ricordi, fonte di vita e, insieme, di significati profondi dell’esistenza, capace di trasformare la straniera Rut in icona di speranza.

Per i biglietti di ingresso è possibile rivolgersi all’agenzia Duomo Viaggi&Turismo, che propone agevolazioni e promozioni. Prenotazioni a prenotazionitempodilibri@duomoviaggi.it

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi