San Terenzio, martire

san terenzio

Terenzio faceva parte di un gruppo di martiri di origine orientale, ma il Martirologio Romano lo pone come capolista del più famoso gruppo dei Trenta martiri africani. Esiste un racconto del loro martirio sofferto a Cartagine, sotto la persecuzione di Decio.
La morte, avvenuta con tutta probabilità nel 250, fu morte di spada. Con lui si ricordano anche Africano, Massimo, Pompeo, Zenone, Alessandro e Teodoro. La tradizione agiografica descrive Terenzio come dotato di capacità oratoria e molto fervoroso. Alle sue parole sarebbero crollate nel tempio le statue degli idoli, e per le sue preghiere, i prigionieri sarebbero stati liberati prodigiosamente dalle catene. Le reliquie di questi martiri furono più tardi portate a Costantinopoli.

Ti potrebbero interessare anche:

Questo sito fa uso dei cookie soltanto per facilitare la navigazione Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi